TENTA IL SUICIDIO E QUANDO UN CARABINIERE CERCA DI SALVARLE LA VITA LEI LO MORDE

È stata la telefonata di un’amica a salvare la vita ad una donna 35enne che a Civitanova ha tentato il suicidio al termine di una giornata difficile.
Già dalla mattina, la donna aveva mostrato segni di malessere ed era stata soccorsa dalla Croce Verde. A chiedere un intervento era stato un passante che aveva notato la donna barcollare nei pressi del Porto. La donna mostrava chiari segni di ubriachezza.
Poi la situazione non è migliorata e una volta a casa ha chiamato un’amica dicendo che voleva uccidersi.
A quel punto è scattato l’allarme e una pattuglia dei carabinieri è arrivata a casa della donna.
Una volta all’interno della casa, i militari hanno trovato la 35enne, originaria dell’Est Europa, con in mano un coltello. Si era già procurata dei tagli e aveva assunto anche medicinali.
Mostrava difficoltà respiratorie e quando un carabiniere ha cercato di aiutarla, lei lo ha morsicato.
È stata infine trasportata in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *