SILENZI, “IN CINQUE ANNI IL DEBITO DEL COMUNE È STATO RIDOTTO DEL 28%”

In cinque anni il debito del Comune è stato ridotto del 28%, un risultato eccezionale che oggi permette all’Ente di avere un bilancio virtuoso il cui consuntivo è stato approvato dal Consiglio Comunale lo scorso 30 maggio. Infatti, il debito derivante dai mutui contratti prima del 2012 è stato ridotto da questa Giunta di 17milioni 700 mila (quota capitale), pari al 28% di riduzione in cinque anni poiché siamo passati da un debito di 63 milioni e 306 mila del 1° gennaio 2012 a un debito di 45 milioni 503 mila del 2017.
Nel 2012, in altri termini, pagavamo 6 milioni 300 mila euro di rata annuale (conto capitale e conto interessi) ed ora nel 2017 paghiamo 4.046.000 euro, in pratica 2 milioni 254mila euro in meno che possono essere in parte riutilizzati per le politiche sociali (535mila euro per il sostegno scolastico a 110 ragazzi e ragazze, 510 mila euro per l’assistenza domiciliare).
Abbiamo tagliato quindi il debito pro-capite, che da 1.547 euro che nel 2012 gravava su ogni civitanovese, si è passati oggi a 1.052 euro con una riduzione del 32%.
Un fatto straordinario che trova pochi altri riscontri a livello nazionale. A tutti i livelli, dal nazionale in poi, si parla sempre di riduzione del debito, noi ci siamo riusciti diminuendolo di più di un quarto l’ammontare complessivo dello stesso. In cinque anni nessun nuovo mutuo è stato acceso.
Tutti i lavori fatti a Civitanova in questi 5 anni (nuova fiera, palas, varco sul mare ex fiera, asfalti, bonifica “Panettone”, Porta Marina ecc.) sono stati realizzati senza fare debiti, ma con i soldi a disposizione dell’ente (provenienti dallo Stato, Regione, convenzioni con i privati), in modo da mettere in sicurezza il bilancio e non gravare con il debito sulle future generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *