QUINTALI DI DROGA IN SPIAGGIA, A CIVITANOVA INTANTO SI PARLA DI ROM

Quintali di marijuana recuperati dai carabinieri dentro un gommone che si è spiaggiato sulla costa di Porto Recanati. Cinque milioni il valore del carico. Su questa operazione, che conferma la centralità del nostro territorio nel traffico della droga, regna il silenzio della politica. Non c’è stato un
sindaco del territorio che ha speso due parole preoccupate per il ritrovamento di pacchi di marijuana. Per la verità,
il sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica, nello stesso giorno è intervenuto sulla sicurezza, ma solo per dare
conto dello sgombero di due caravan di nomadi, non avvertendo come un allarme i quintali di droga sbarcati sulle coste
vicine e, molto probabilmente, destinata anche al mercato di Civitanova. Le indagini cercheranno di stabilire da dove
provenisse quel carico enorme e chi ci sia dietro, ma la paura è che l’approdo di quei pacchi fosse la proprio la
costa maceratese, le nostre città con tutti i rischi per la comunità e per i giovani e con tutto il giro di denaro e affari
illeciti che inquinano la nostra economia. Ma, evidentemente non fa comodo, e non porta voti, spendersi su queste
battaglie. Meglio parlare di rom.

1 Response

  1. Piero ha detto:

    IL POTERE LOGORA CHI NON CE L’HA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *