POETA, “NESSUNO HA DIMENTICATO CIVITANOVA ALTA”

Nessuno ha dimenticato il quartiere di Civitanova Alta e le sue priorità. Mi sorprendono le critiche da parte del locale comitato, perchè stiamo procedendo come avevamo detto nel corso delle due assemblee pubbliche organizzate nel corso del 2014.
Per quanto riguarda i 250.000 che dovevano servire per l’ascensore, sono somme che rimangono per la città alta e che per quasi la metà, 110.000 euro, sono state utilizzate per gli interventi di sistemazione di via Minniti, con lavori già appaltati e ormai in partenza.
Passando a Porta Marina, abbiamo detto che era una priorità di Civitanova Alta e lo confermiamo. Nei mesi scorsi è stato aggiornato il progetto esecutivo, per un importo di 330.000 euro, che abbiamo inviato in data 28 novembre a Soprintendenza per i beni culturali e Regione Marche. Siamo in attesa di un riscontro per poter procedere con il restauro. Possiamo contrarre un mutuo per intero ed entro il 2016 i lavori saranno sicuramente ultimati. Considerando che tra contrazione del mutuo, appalto, esecuzione dei lavori e consegna, passerà all’incirca un anno, la previsione è di portare a termine il cantiere ad aprile del 2016.
Nel frattempo, abbiamo deliberato poco prima di Natale l’acquisto dei ponteggi, che attualmente servono per il mantenimento in sicurezza della struttura, e che saranno poi necessari per lo svolgimento del restauro. Una scelta che, rispetto al noleggio, ci consente di risparmiare una somma di circa 23.000 euro e che ci lascerà a disposizione, per successivi lavori, 428 metri quadrati di impalcature.
Il comitato di quartiere non deve fare da parafulmine all’amministrazione, non è questo il suo compito e nessuno glielo chiede. Deve piuttosto porsi come intermediario tra i cittadini e l’amministrazione comunale, con la quale deve avere un rapporto “privilegiato”. Negli ultimi mesi non mi risulta che il comitato di Civitanova Alta abbia chiesto incontri per ricevere aggiornamenti ed informazioni con me o con l’amministrazione, però esce alla fine dell’anno con una lettera aperta ai giornali parlando di promesse non mantenute. Siamo a disposizione per fornire all’associazione ed alla cittadinanza tutti i chiarimenti necessari, invitiamo i consiglieri ad un dialogo più frequente con l’amministrazione per svolgere al meglio il proprio ruolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *