PERSEGUITA L’EX COMPAGNO CHE VIVE NEL MACERATESE. ALLA FINE VINE ARRESTATA

Una donna peruviana di 34 anni, residente a Loreto, è stata arrestata dai carabinieri per numerosi reati commessi ai danni dell’ex compagno, un impiegato italiano di 50 anni residente a Pollenza, dal quale ha avuto un bambino che ora ha un anno di vita. Sottrazione di minore, lesioni personali, violenza privata, atti persecutori, violazione di domicilio e danneggiamento aggravato le accuse a carico della donna la quale perseguitava l’ex convivente con centinaia di messaggi minatori. In alcune occasioni avrebbe portato con sé il bambino per farlo assistere alle sfuriate. La donna ha sfondato il parabrezza dell’auto dell’uomo, scagliando poi mattoni e pietre contro le pareti, il cancello e le finestre dell’abitazione dell’ex. Dopo essersi denudata, ha poi divelto l’impianto di videosorveglianza dell’abitazione a colpi di mattoni, e ha tentato di entrare, senza riuscirci. Quando è stata bloccata dagli agenti, la  34enne si è scagliata anche contro di loro, e per questo è stata denunciata pure per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *