PER LA MORTE DI FEDERICO TELONI, ASCOLTATO IL MEDICO DEL PRONTO SOCCORSO AL QUALE L’UOMO RIFERI’ DI ESSERE STATO PICCHIATO

“Sono stato picchiato da più di una persona”. Lo avrebbe riferito, a un medico del Pronto soccorso di Jesi , Federico Teloni, 63 anni, di Pianello Vallesina, deceduto nel novembre 2009, secondo la procura per i traumi derivanti da un’aggressione subita sei mesi prima. Per l’accusa,  l’uomo sarebbe stato percosso da cinque ragazzi, che poco prima avevano sbeffeggiato il figlio disabile. La difesa sostiene invece che gli imputati non lo picchiarono né lo investirono. Nell’ultima udienza del processo tenutasi ad Ancona è stato sentito Gilberto Bruciaferri, medico del pronto soccorso che assistette Teloni il pomeriggio successivo la presunta aggressione avvenuta la sera  precedente. Teloni, che appariva lucido e presente – ha detto il medico – gli riferì di essere stato picchiato da più di una persona. Dichiarazioni giudicate contraddittorie dai difensori. Il processo proseguirà il 7 maggio prossimo. Sono accusati di omicidio preterintenzionale cinque giovani: Stefano Zoppi, Danny Montemarani, Simone Dolciotti, Samuele Scarponi e Michele Carloni. Tutti negano gli addebiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *