MONTE SAN GIUSTO, 23ENNE RINVIATO A GIUDIZIO PER TENTATA ESTAORSIONE

È stato rinviato a giudizio un giovane macedone di 23 anni residente a Monte San Giusto. Lo ha deciso il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Macerata Giovanni Manzoni e l’accusa è di tentata estorsione.

La storia inizia quando una donna che abita a Monte San Giusto chiede al giovane con cui ha avuto un rapporto sessuale di restituirle i soldi che gli aveva prestato. A quel punto, il 23 ha iniziato a minacciarla di morte e poi di denunciarla per violenza sessuale facendole credere di essere minorenne. Cosa questa non vera perché all’epoca dei fatti il macedone aveva vent’anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *