CIVITANOVA, MOLO CHIUSO A PEDONI E BICICLETTE. UN DURO COLPO PER MOLTI CIVITANOVESI

La Capitaneria di porto chiude l’accesso del molo foraneo a pedoni e biciclette. Quella che è da una delle abitudini più care ai civitanovesi, fare due passi o una pedalata fino all’ultimo faro, non sarà più consentita. Applicando la normativa prevista per l’area portuale, il comandante Grottoli ha fatto sbarrare anche il varco che permetteva l’accesso ai pedoni, mentre quel tratto di porto è da tanti anni inibito alle macchine. Con questo provvedimento i civitanovesi vengono privati della possibilità di raggiungere l’estrema propaggine del molo per guardare il mare, per sedersi sugli scogli, per pescare o per godere della brezza dell’Adriatico. L’applicazione rigida delle leggi, nel nome della sicurezza, li priverà di questi preziosi momenti e panorami. La direttiva della Capitaneria sta facendo parecchio discutere sul web, e soprattutto arrabbiare perché percepito come esproprio di una ‘classica’ tra le passeggiate più amate dei civitanovesi. Per superare l’impasse, l’ufficio tecnico comunale sta studiando un progetto di messa in sicurezza che, se approvato dalla Regione, potrà consentire la riapertura del molo foraneo. Ma, i tempi non saranno presumibilmente brevi. E intanto niente più passeggiata fino al faro.

Giuseppe Cristini

1 Response

  1. PIETROCELESTINO ha detto:

    Tutti i militari che vengono a Civitanova, per loro è un trampolino di lancio per la carriera,devono per forza far qualcosa,nella loro arroganga e presunzione di una divisa.
    e mai possibbile che li mandano tutti a CIVITANOVA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *