L’ORO DELL’ANTHROPOS E DI BIANCA MARINI

Ẻ superfluo evidenziare che quando abbiamo letto nel comunicato ufficiale emesso dalla Società Sportiva Dilettantistica Anthropos, della nostra città, che una loro atleta, Bianca Marini (nella foto) aveva ottenuto la medaglia d’oro ai Campionati Mondiali Giovanili di atletica IPC, in corso di svolgimento a Notwill (Svizzera), abbiamo provato una profonda contentezza.
La giovanissima, nata in Francia il 28 giugno 2000 e residente a Jesi, è, o meglio era, una delle promesse dell’Anthropos e perciò era fra i nove azzurrini che componevano la squadra paralimpica della spedizione azzurra in terra Svizzera.Fa parte della Società Sportiva Anthropos della nostra città. Di lei si sa che si allena a Jesi ed è seguita dall’istruttore Andrea Donninelli e che il suo esordio agonistico risale al marzo 2015 e già da subito ha lasciato intravvedere ottime possibilità andando nel 2016 a stabilire i primati Italiani assoluti negli 800 metri e nei 1500 metri categoria T35.
Nella kermesse mondiale in corso di svolgimento in Svizzera, Bianca è stata iscritta negli 800 metri ed il trionfo è stato sancito con anche il nuovo primato mondiale di 3’47″10! La categoria di Bianca è una delle più “complicate” per tipologia di disabilità ed in questa occasione a rendere il tutto ancor più complicato vi era “l’accorpamento” con altre categorie (in sostanza gara unica per le categorie da T35 a T38) e l’utilizzo di tabelle punteggi per equiparare le stesse tra loro; ciò ha reso difficile valutare la gara prima del suo svolgimento. Ma nonostante la giovane età Bianca ha sviluppato la gara sul suo ritmo ed è stata grandios.
.”Ci eravamo lasciati il 29 luglio scorso – la dichiarato commosso il presidente dell’Associazione Sportiva e Culturale Anthropos della nostra città, Neilo Piermattei – in occasione della festa di fine stagione, raccontando di quanto fatto e di quanto ancora fattibile in questa “coda” di stagione; incredibile! uno dei successi più belli in considerazione dell’età di Bianca ed anche del suo sapersi far voler bene. Brava, veramente brava: ha gestito alla grande le emozioni di questo suo esordio internazionale. Difficile aggiungere altro sulla nostra stagione e sul livello tecnico del nostro sodalizio sportivo: di nuovo complimenti ai ragazzi, agli istruttori, ai dirigenti ed ai volontari” .
Nella foto: il gruppo degli azzurri alla kermesse mondiale
anthropos-2017-02

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *