LA PIOGGIA NON FERMA LA FANFARA CHE OFFRE UNO SPETTACOLO EMOZIONANTE

Cambio di programma per i 19 cavalli del quarto reggimento di Roma e i loro fantini musicisti.
La Fanfara a cavallo dei Carabinieri, a causa della incessante pioggia di eri, infatti, non ha potuto sfilare in corteo per le vie della città.
La manifestazione, condotta dal presidente dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri, Roberto Ciccola, si è svolta interamente sotto l’arco di Caradonna, nell’area del Varco sul mare alla presenza dell’amministrazione comunale, del nuovo comandante regionale dei Carabinieri, il generale Salvatore Cagnazzo, del comandante provinciale Nicola Candido e del questore Vincenzo Trombadore. Presenti anche tutti i comandanti civitanovesi delle varie forze (carabinieri, Commissariato, Guardia di Finanza e Guardia Costiera) e i volontari della Protezione Civile.
E’ stato reso omaggio al maresciallo capo Sergio Piermanni, ucciso da un gruppo di malviventi nel 1977, presenti la moglie Giovanna Paolone e la figlia Dominique.
Il generale Tito Baldo Honorati, ispettore regionale dell’Anc, con emozione, ha reso omaggio a Piermanni “Una figura, un uomo che è entrato nella memoria collettiva della città e di tutte le Marche. Nel suo ricordo dobbiamo tramandare i valori che ci fanno essere comunità».
Un alternanza di brani suonati dalla Fanfara, guidata dal vice brigadiere Antonio Moretti, saluti delle varie autorità e foto davanti allo schieramento della Fanfara hanno caratterizzato la manifestazione di ieri pomeriggio chiusasi con con l’inno nazionale.
I cavalli sono stati ospitati nelle scuderie Mori di Civitanova e oggi partiranno alla volta di Loreto per celebrare la patrona dell’Arma a Loreto.

1 Response

  1. roberto ripari ha detto:

    Avrei ascoltato volentieri l’inno dell’Arma dei Carabinieri. Ho notato che fra i comandanti locali delle varie forze di polizia mancava quello della polizia locale. Mi è dispiaciuto anche per il corpo che avrebbe meritato rappresentanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *