IL RAMMARICO DELLA CIVITANOVESE PRIVATA DEI SUOI SOSTENITORI

2014-15 Muscariello ottobre
Nell’accogliente sede della Civitanovese c’è sicuramente un clima positivo e un po’ tutti sono disponibili al dialogo. Sentiamo quello che ha detto il d.s. Daniele Muscariello, nella foto.
“Ci stiamo preparando al meglio per affrontare il Castelfidardo, ma non posso non sottolineare come, in occasione della gara con la Sambenedettese, ci abbia riempito di piacere e di orgoglio – esordisce – la presenza sugli spalti del neutro di Monte Urano del nostro Presidente dott. Luciano Patitucci e della Proprietà, rappresentata dalla dott.ssa Sabina Santinello, che hanno voluto supportarci e godersi da vicino le evoluzioni della squadra insieme a noi, addetti ai lavori. La nuova sede che ci è stata messa a disposizione, elegantissima e funzionale, è un chiaro segnale di una ferma volontà di operare nel migliore dei modi e della cura di ogni dettaglio: neanche in serie di gran lunga superiori, talvolta, si possono ammirare luoghi e staff di così grande valore, e noi tutti non possiamo che esserne profondamente riconoscenti e grati”.
Passando alla situazione che la Civitanovese si troverà ad affrontare nella prossima trasferta, Muscariello, è piuttosto esplicito “Siamo costretti a giocare per la seconda volta in sette giorni senza il nostro pubblico, un pubblico vero, fatto soprattutto di persone che, come noi, amano lo sport. Dispiace, innanzi tutto, per loro, che non possono essere con noi a sostenere la propria squadra. Non voglio assolutamente polemizzare, o sostituirmi alle autorità competenti, ma non posso non ammettere che siamo davvero dispiaciuti per il provvedimento che è stato preso: la decisione di impedire la trasferta di Castelfidardo lo considero quasi un “accanimento” nei confronti dei nostri tifosi e della Civitanovese tutta, perché con le dovute attenzioni, a mio modesto parere, si potevano mettere in atto strategie di controllo alternative, atte ad evitare qualsiasi tipo di disordine o pericolo”. Per la gara di domenica, il d.s. ha idee chiare: “Sono convinto che il gruppo sia chiaramente pronto – ha ammesso – sia a livello fisico sia, soprattutto, mentale. Mancheranno Cossu ed Aquino, fermati dal Giudice Sportivo per le espulsioni comminate nel derby con la Samb, ma sono sicuro che chi scenderà in campo al loro posto, ragazzi di grandi doti e capacità che da mesi si allenano con il massimo della concentrazione e dell’impegno, fornirà comunque una prova di grande carattere, con il fermo proposito di dimostrare ad avversari, società e mister il proprio valore”. Staremo a vedere

1 Response

  1. pamy ha detto:

    Solo un risultato vincere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *