GLI DIAGNOSTICANO UNA GRAVE MALATTIA E UN 40ENNE DECIDE DI FARLA FINITA. SALVATO DA UNA SIGNORA CHE AVVISATO IL 113

Aveva saputo il giorno prima di essere affetto da una grave malattia, e aveva deciso di togliersi la vita, ma è stato salvato da una pattuglia dei carabinieri. Si tratta di un uomo di circa 40 anni, originario di Fabriano: stava per lanciarsi dal cavalcavia di una strada di accesso della statale 76, in via Torrette, a Maiolati Spontini, ma è stato bloccato appena in tempo dai militari, avvertiti dalla telefonata di una donna che lo aveva visto dalla finestra scavalcare il guard-rail. L’uomo, che aveva bevuto molto, era quasi svenuto. Per terra i militari hanno trovato una bottiglia di superalcolici vuota. Aveva parcheggiato l’auto e si era infilato un cappio al collo, legando l’altra estremità ad un paletto del guard-rail, pronto a lasciarsi cadere nel vuoto. Ora è ricoverato in osservazione nell’ospedale di Jesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *