FESTA PER I 50 ANNI DELLA LUBE, L’IPOCRISIA DELLA CAPODARCA

Proprio non è piaciuta la dichiarazione di Giovanna Capodarca all’indomani della conventinon della Lube a Civitanova per i 50 anni della azienda treiese al consigliere provinciale Lidia Iezzi che nel suo intervento parla di ipocrisia.

“La Capodarca che accusa la Lube di lesa maestà, di non aver rispettato il sindaco perché non invitato sul palco – scrive la Iezzi – non è titolata a dare lezioni di galateo istituzionale ne’ a invocare le scuse di nessuno perché è la stessa Capodarca che alla cerimonia del 25 aprile 2017, davanti al monumento alla Resistenza, diede provocatoriamente le spalle a Corvatta durante l’intervento che il primo cittadino tenne per ricordare la liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Così come ripete’ la provocazione delle spalle alla cerimonia del 1 maggio presso il Lido. Se, come scrive nel suo piccato intervento rivolto alla Lube, un sindaco deve essere rispettato perché eletto dalla città, allora questo vale per tutti. Ecco perché la Capodarca bifronte, quella degli sgarbi a Corvatta e degli zelanti inchini a Ciarapica, oggi brilla per ipocrisia. Dall’area buffet della festa Lube, dove questi nuovi cortigiani di Ciarapica hanno per gran parte del tempo stazionato, al pollaio di una polemica tutta strapaesana il passo è stato brevissimo.”

“E’ stata un’organizzazione ineccepibile – aveva scritto Giovanna Capodarca su Facebook – , io personalmente ero con lo staff del sindaco Ciampica ma c’è l’amarezza e la rabbia per una mancanza colossale. Ho atteso invano un saluto del nostro giovane sindaco, ho fatto presente allo staff questa enorme mancanza. Sono basita, un’azienda internazionale che fa di questi errori madornali e non invita il padrone di casa a parlare mancando di rispetto ai civitanovesi, sarebbero opportune delle scuse”

2 Responses

  1. L.Iezzi ha detto:

    Vedo con tristezza che la Signora Capodarca è rimasta più che colpita dall’essere stata sbugiardata !! Talmente tanto da abbassarsi a cercare di offendere a livello personale ( ..” yesgirl della politica strapaesana”, Jess capo, contate le galline del pollaio”!!!!) chi le critica in modo educato un comportamento poco elegante ( l’eleganza non è un vestito firmato!)

    Ognuno mostra cio che è!

    Personalmente auguro tanta serenità alla Signora che certamente crede profondamente in quello che fa’!
    ..Ma di certo non si tratta di politica!

  2. giovanna capodarca agostinelli ha detto:

    L’elogio del padrone e non dell’eletto appartiene tutto a lei che invece non ha compreso la differenza letterale tra dissenso e galateo.
    Tra posizione politica e semplice modus vivendi.
    Non riesce a staccarsi dalla visione partitica, la capisco,è stata grossa la mazzata elettorale x voi che confondete le persone con il colore, oppure esprimere dissenso civile, rispettoso confondendolo con un obbligatorio JES CAPO.
    Siamo liberi ancora una volta di parlare grazie alla resistenza e dico che il galateo interessa le persone, le aziende, i giornalisti che prendono le notizie da fb e infine anche i tifosi dei partiti che si proclamano di sinistra solo nel colore.
    Ma nei fatti quali politiche di sinistra hanno attuato? BOH!!!
    Auguri alle jes girl della politica strapaesana…x dormire meglio contate le galline del pollaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *