DUE GIOVANI CIVITANOVESI NEI GUAI. SONO ACCUSATI DI PEDOPORNOGRAFIA E VIOLENZA PRIVATA

internetSono imputati di detenzione di materiale pedopornografico due fratelli civitanovesi di 31 e 35 anni che ieri mattina sono comparsi in tribunale non solo per rispondere della grave accusa ma anche di violenza privata. I due, uno dei quali è fisioterapista e molto conosciuto in città, avrebbero minacciato una ragazzina sedicenne di Roma dalla quale si erano fatti mandare foto hard che la ritraevano, di pubblicarle su facebook se lei non avesse ripreso i contatti via internet che ad un certo punto la giovane aveva interrotto. I due civitanovesi devono come detto rispondere anche di tutto il materiale pedopornografico scaricato e dei files rinvenuti all’interno del computer in loro uso. Per gli avvocati che si occupano della difesa dei due, occorre individuare bene la responsabilità di ciascuno in quanto a volte si accede ai siti porno e si scarica materiale di cui non si conosce effettivamente il contenuto. Per quanto riguarda l’accusa di violenza privata riferita alla giovane, la difesa sostiene la tesi dell’anonimato del profilo dove non si conosce realmente l’interlocutore nè la sua età. La prossima udienza si terrà il 3 maggio del 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *