DIVENTA SIEROPOSITIVO A SEGUITO DI UNA TRASFUSIONE. CIVITANOVESE RISARCITO CON QUASI DUE MILIONI DI EURO, MA LUI ANNUNCIA APPELLO

laboratorio-analisi

Il tribunale di Ancona ha accolto il ricorso presentato da un civitanovese che nel 1993, si ritrovo’ sietopositivo a causa di una antitetanica. Ora per lui, e’ stato deciso un risarcimento di quasi due milioni di euro dal ministero della Salute.
All’uomo, vittima di un incidente stradale, Furono iniettati degli emoderivati che furono la causa di una malattia che lo ha degnato per tutta la vita. Nel tempo, e’ infatti diventato invalido e ha perso l’uso della vista.
Il civitanovese però, non si ritiene soddisfatto ed ha annunciato tramite i suoi avvocati Monro e Petracci, che presenterà appello.
La cifra e’ infatti ritenuta troppo bassa rispetto alle sofferenze patite.

1 Response

  1. germano ha detto:

    salve il mio appello verrà fatto soltanto per correggere i dati emersi dalla perizia del medico legale del magistrato in fase istruttoria e per il calcolo effettivo degli interessi legali a decorrere dal 1993 e non dal 2001 però oggi assistiamo ad una sentenza storica perché dura e passata attraverso ricorsi e 2 procedimenti giudiziari che hanno messo in chiaro tutto nel merito e in diritto . Cordialità germano santoni !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *