CIVITANOVESE-TERMOLI 0-1. ROSSOBLU SEMPRE PIU’ GIU’: IL TERMOLI PASSA CON MERITO

62Civitanovse (4-3-1-2): Peruzzi; Botticini, Zaccanti, Mallus, Ekani; Moretti, Gadda ( 20’ st Boateng), Mandorino; La Vista (24’ st Ridolfi); Spagna ( 19’ st Ravasi), Galli. A disp.: Gianni, Filopati, Savini, Dall’Ara. All. Cornacchini.
Termoli (4-4-2): Imbimbo; Viteriti, Maglione, Giuliano, Panariello ( 14’ st Caravaglio); Di Mercurio, Falco, Gianni, Felici ( 49’ st Miani); D’Angelo (43’ st Di Lullo), Bartolini. A disp.:Patania, De Curtis, De Rosa, Moretti. All. Giacomarro.
Arbitro: Capezzi di San Giovanni Valdarno.
Rete: 29’ st Felici.
Note: pomeriggio di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori circa 400, con una cinquantina ospiti. Al 33’ st espulso Ravasi per fallo. Ammoniti: Ekani, Botticini, Mallus, Peruzzi, Spagna, Moretti ( C ), Falco, Panariello (T). Angoli 5-4. Recuperi: 1’, 5’.

Civitanova M– Civitanovese ormai allo sbando e a fine gara mentre il presidente Antonelli camminava visibilmente rattristato lungo la fascia del campo, c’era dalla tribuna qualcuno che gli gridava: “Antonelli, manda via tutti! “. Non si sa, al momento, quali saranno le decisioni della società, sta di fatto che la squadra ha intrapreso un cammino davvero pericoloso e il guaio più serio è che non si riesce a intravedere uno spiraglio di miglioramento. Nervi tesi in campo: ben sei le ammonizioni, quindi l’espulsione di Ravasi, entrato per dare più peso offensivo, che commette un fallo da tergo a metà campo: tutti segnali di un malessere generale. Non manca chi ricorda la Civitanovese della passata stagione quando alla stessa settima giornata era terza con quindi punti.
Per quanto riguarda la gara, il Termoli ha disputato una gara esemplare, con un’intelligente difesa e il ricorso alle ripartenze, in una delle quali è venuto il meritato vantaggio. Gli episodi di maggiore evidenza sono per gli ospiti: 7’ punizione dalla distanza di Cianni e palla che colpisce il palo destro di Peruzzi che aveva valutato la traiettoria sul fondo: 18’ i padroni di casa si fanno vivi con Spagna, ma è cosa da poco. Alternanza del gioco:l 29’ i rossoblu vanno al tiro con Spagna a conclusione di uno schema offensivo, si muovono bene anche al 31’ con cross di La Vista e Galli di testa sfiora il secondo palo. Il Termoli c’è e come e al 36’ un cross di Panariello dalla sinistra e deviato di testa da D’Angelo con una elegante torsione e pallone sulla traversa. Al 43’ un buon affondo di Mandorino per Spagna che conclude fuori e allo scadere del primo tempo è il molisano Felici a sfiorare il palo su punizione.
Fiammata rossoblu all’inizio di ripresa: 1’ Spagna allarga per Mandorino che va al tiro, ma Imbimbo si distende bene e mette in angolo. Al 15’ il portiere di casa, Perozzi, prende la palla con le mani al di fuori dell’area di rigore: “giallo” e punizione tirata da Felici che aggira la barriera formata da ben sette giocatori di casa e pallone fuori di un niente. Cornacchini a quel punto passa a tre punte: Ridolfi, Galli, Ravasi, una mossa che non dà gli esiti sperati tanto che in contropiede ospiti in gol con Felici. Disagio sugli spalti e in campo: 33’ Ravasi commette un fallo da tergo all’altezza della linea centrale del campo e si fa espellere. Ultimissima possibilità di pareggio al 50’ dopo cinque minuti di recupero: angolo di Mandorino dalla destra, mischia dinanzi al portiere ospite, ma è la difesa ad avere la meglio. Festa dei molisani dinanzi al settore sud della tribuna dove si trovano i propri tifosi, vivace malcontento negli altri settori con i tifosi locali increduli e vistosamente amareggiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *