CIVITANOVESE. L’IMPEGNO DEL COMUNE NELLE PAROLE DELL’ASSESSORE ALLO SPORT

Da parte dell’assessore allo sport, Piergiorgio Balboni, abbiamo ricevuto una nota in risposta a quanto è emerso nel corso della conferenza stampa della Civitanovese il giorno 7 novembre scorso. In tale documento, l’ing. Balboni, che, da quanto abbiamo potuto constatare è stato sempre vicino alla Civitanovese intervenendo in tanti momenti di attività e alla disputa delle gare interne, vengono fatte delle puntualizzazioni che meritano di essere messe in chiaro. Ẻ fuori dubbio il fatto che noi non sosteniamo né l’una, né l’altra tesi, ma siamo del parere che in una situazione così triste per le sorti della maggiore squadra di calcio della città, debbano essere chiariti tutti gli aspetti che possano essere di aiuto alle sorti della società rossoblu.
“In merito a quanto dichiarato dall’avv. Domenico Basile, legale del presidente della US Civitanovese sig. Giuseppe Cerolini, – ha scritto l’assessore Balboni – è opportuno precisare che il Comune ha offerto il massimo riguardo alla Civitanovese sin dalla rinascita, maturata con l’acquisto del titolo sportivo all’asta del fallimento della precedente gestione. Il presidente Cerolini è stato accolto dal Sindaco nella speranza di rilanciare il blasone calcistico della città. Lo stesso presidente, sin da subito, aveva manifestato intenzioni e desideri di successi mai raggiunti prima. Come Comune, per sostenere il nuovo progetto Rossoblù, abbiamo concesso l’utilizzo delle strutture a titolo gratuito, quale forma contributiva per mostrare vicinanza alla gloriosa Civitanovese ed anche in attesa di definire un accordo di gestione delle strutture utilizzate dalla stessa società. Di contro la società non ha manifestato un tempestivo ed un reale interesse ad assumere in carico l’onere ed il discorso è stato definitivamente accantonato anche per le vicende personali del presidente. Con il D.G. Cerolini Mario ci sono stati incontri ripetuti e frequenti, alcuni dei quali volti alla risoluzione di diverse problematiche da effettuare di concerto. Come Comune abbiamo sistemato gli spogliatoi di supporto al campo centrale utilizzati dal settore Giovanile, quelli dell’Antistadio ed i bagni per il pubblico della gradinata. Interventi che più volte la stessa dirigenza della Civitanovese aveva assicurato che sarebbero stati svolti a loro totale incombenza. Riguardo ai rapporti con la precedente società Civitanovese, il Comune era intervenuto immediatamente con un atto di revocare della gestione degli impianti, non appena sono insorte gravi inadempienze contrattuali. Dall’attuale dirigenza invece si è ancora in attesa di conoscere la proposta del progetto di fattibilità per la trasformazione del campo di Civitanova Alta da erba naturale ad erba sintetica, nonché il rifacimento degli spogliatoi con annessa ‘eventuale foresteria. Personalmente seguo sempre la Civitanovese sia dagli spalti, sia per quanto riportato dai media e ritengo inopportuna, inesatta ed inappropriata la contestazione sollevata, riportata dai giornali odierni. A tutti stanno a cuore le sorti della Civitanovese. Con attenzione e passione continuiamo a seguire le vicende calcistiche della società simbolo della storia sportiva della nostra città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *