CIVITANOVESE A SAN CESAREO, SCONFITTA CON L’ONORE DELLE ARMI

palloneS.Cesareo – Civitanovese 2-1

San Cesareo: Del Duchetto, Sablone, Bernardi, D’Andrea, Galluzzo, Crescenzo, Delgado, Mancini. Tajarol, La Rosa (30′ Miccinelli), Siclaro. A disp.: Bravetti, Cossa Tarantino, Campaioli, Hrustic, Del Vecchio. All. Ferazzoli.
Civitanovese: Perozzi, Savini (7′ st Nardone, 38′ st Gadda), Ekani, Boateng, Sensi, Mallus, Filopati, Moretti, Covelli, Digno (25′ st Ridolfi), Galli. A disp.: Gianni, Porfiri, Monti, Botticini. All. Cornacchini.
Abitro: Marcolin di Schio.
Reti: 29′ Tajarol, 33′ st Covelli, 44′ st Mancini.
Note: pomeriggio con temperatura accettabile; terreno in buone condizioni. Al 36′ della ripresa espulso nella Civitanovese Ridolfi per doppia ammonizione. Intorno al 40′ della ripresa allontanati dalla panchina rossoblu prima Cornacchini poi Cannone. Al 49′ della ripresa espulso Mancini. Ammoniti: Mancini, Tajarol, Galli, Sensi, Mallus, Ridolfi, Boateng, Covelli.

S.Cesareo – Non era questa la partita da vincere, ma si poteva pensare al pareggio al quale la Civitanovese è stata molto vicina. Esce comunque dal campo, come si dice in questi casi con l’onore delle armi e ciò sta a dimostrare che quella di Cornacchini è una formazione che può giocare all’altezza delle migliori.
Partenza all’insegna della cautela quella dei marchigiani che non rinunciano alle due punte e quindi senza assumere un atteggiamento estremamente guardingo. Il San Cesareo cerca di imporre il suo gioco offensivo e al 29′ passa in vantaggio: l’azione ha origine da un cross laterale che la difesa ospite non riesce a intercettare per cui l’attivissimo Tajarol si trova alla breve distanza da Perozzi e lo batte senza scampo.
La Civitanovese cerca di rimediare e lo fa più che altro nella ripresa: 15′ quando su preparazione di Moretti, Covelli ha modo di trovare uno spazio libero ma la conclusione non è precisa. Ci prova poi Nardone un paio di minuti dopo, su una respinta dei padroni di casa ma il suo tiro è debole per cui non impensierisce il n. 1 dei padroni di casa. E’ appena invece sopra la traversa la conclusione al 18′ di Boateng a seguito di un assist di Ekani.
I laziali cercano di interrompere il crescente dominio dei rossoblu e al 23′ è Galluzzo a portarsi alla conclusione che si spegne al di sopra della traversa. Al 33′ la Civitanovese riesce a raggiungere ilo pari: Moretti fa da sponda per Covelli che segna con un poderoso rasoterra. Entusiasmo alle stelle nei rossoblu. Doccia fredda finale: Civitanovese, in dieci e senza tecnici nella panchina, viene trafitta da Mancini al 44′. Il rientro negli spogliato avviene con molta mestizia e con un palese rancore nei riguardi del direttore di gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *