CIVITANOVA FILM FESTIVAL, SI APRE CON UNA MOSTRA DEDICATA AD ANDREA RAUCH

Il Civitanova Film Festival inaugurerà la sua ottava edizione con una mostra e con il suo primo ospite d’onore: Andrea Rauch. Il graphic designer, tra i maggiori esponenti mondiali della grafica e dell’illustrazioneAndrea Rauch. Il graphic designer, tra i maggiori esponenti mondiali della grafica e dell’illustrazione, sarà sabato 9 luglio 2022 nella città alta per il taglio del nastro di una sua personale (dal titolo Carta&Celluloide), che dal Magma, il museo archivio, grafica, manifesto, si irradierà in tutto il borgo, in un’iniziativa frutto della collaborazione con il CFF.

Un’esposizione che, chiaramente, tocca l’anima del festival. Rauch presenterà infatti una serie di sue grafiche di manifesti del cinema (la “materia prima” del CFF) con 28 opere che ripercorrono la storia del Grande Schermo e dei suoi personaggi: The Blues Brothers, Apocalypse Now, Stanley Kubrick, Groucho Marx, Marilyn Monroe, Marcello Mastroianni, Uccellacci e Uccellini, Totò…

“È la prima volta che il festival si apre ad una mostra di questa portata – spiegano gli ideatori del CFF Peppe Barbera e Michele Fofi – e lo fa grazie alla collaborazione con il Magma, un museo che è un unicum nel panorama italiano e che dà prestigio alla nostra città, riempiendo di contenuti anche il nostro festival. Non è un caso che all’inaugurazione del 9 luglio sarà presente proprio l’autore Andrea Rauch, artista conosciuto a livello internazionale, che darà il via al nostro festival del cinema. Il CFF con la grafica si apre ad un’ulteriore disciplina. Il festival che abbiamo in mente dialoga con altre arti, perché siamo convinti che il cinema possa essere anche un mezzo per fare cultura a tutto tondo”.

Carta&Celluloide uscirà dallo spazio fisico del museo per abbracciare tutta Civitanova Alta, con il borgo che accompagnerà la manifestazione dal 9 al 15 luglio 2022. L’esposizione infatti si articola al primo piano del Magma (in piazza Garibaldi) e al contempo sui muri della città alta. Come già fatto in passato, si valorizzerà il rapporto tra immagine e cittadino, riqualificando quella presenza del manifesto sui muri fisici e facendo rivestire così il loro antico ruolo di portatori di messaggi da comunicare. Le opere, allora, saranno impresse su grandi cartelloni, che verranno posizionati nel percorso che da piazza della Libertà, cuore di Civitanova Alta, inviterà lo spettatore fino all’arrivo nell’area dove il pubblico entrerà in contatto con le pellicole in gara. Ma non solo città alta, perché i manifesti saranno affissi in giro per tutti i quartieri di Civitanova, per aprire la mostra a tutta la comunità.

Intanto, sono stati definiti i “luoghi fisici” dove si svolgerà il CFF. Sono: l’Arena dei Pini – Verde Attrezzato Società Operaia (in viale della Repubblica, dove verranno proiettati film e cortometraggi); il Teatro Annibal Caro (che sarà utilizzato in caso di pioggia); la Pinacoteca Civica Marco Moretti; il Caffè del Teatro Cerolini; la Cantina e Locanda Fontezoppa; il bar-ristorante Cinciallegra.

Gli organizzatori dell’Aps Favolacce hanno inoltre annunciato sui social il nome della madrina dell’ottava edizione del festival: si tratta dell’attrice civitanovese Monica Belardinelli, che presenterà sia la serata finale che l’appuntamento Marche in Corto, dedicato alle produzioni nate nella regione.

Nei prossimi giorni verrà presentato l’intero programma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *