CIVITA PARK: ALLA RICHIESTA DI INCONTRO DEGLI IMPRENDITORI, COSTAMAGNA RIBADISCE IL RUOLO DI CONTROLLO DELLA CIVICA ASSISE

civitaparkDa Ivo Costamagna, Presidente del Consiglio Comunale di Civitanova, riceviamo e pubblichiamo:

“In relazione agli articoli apparsi sugli organi di informazione riguardanti la richiesta di un incontro con il sottoscritto avanzata dagli imprenditori della Civita Park per un chiarimento in merito alle mie affermazioni, ritengo doveroso fornire subito alcune precisazioni.

Non posso che rispondere che tale incontro potrà, eventualmente, avvenire soltanto con la Commissione che il Consiglio comunale deciderà di istituire a verifica di tutta la vicenda. Sarà, quindi, la Commissione, nell’ambito dei poteri che il Consiglio comunale deciderà di attribuirgli, a dare una risposta sulla questione.

Questo non certo per una questione di ostilità da parte mia verso gli imprenditori della Civita Park che neanche conosco, ma per il rispetto di quelle funzioni amministrative che coinvolge l’intera Civica Assise (forze di maggioranza e opposizione), specie in questo momento in cui vengono criticate e messe in discussione.

Sottolineo che le mie dichiarazioni alla stampa non intendevano sollevare nessun sospetto, poiché ho ravvisato solo la necessità di una verifica e un controllo; poteri di cui l’assemblea civica si deve riappropriare. E’ del tutto irrituale che mi incontri con qualcuno a cui non mi sono rivolto. La mia, infatti, era una questione generale e non specifica. Il motivo delle mie affermazioni, credo di averlo chiarito, è legato ad una legittima preoccupazione e, comunque, sarò disponibile a spiegarlo alla costituenda Commissione se e quando il Consiglio Comunale deciderà di istituirla.

Colgo l’occasione, tra l’altro, per integrare il mio ragionamento e porre nuovamente l’attenzione rispetto ad una preoccupazione occupazionale della zona legata anche alla necessità di salvaguardare il necessario equilibrio tra le attività del piccolo e medio commercio del centro e la grande distribuzione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *