CHIESTI DAL PM TRE ANNI DI CARCERE PER LA BADANTE ACCUSATA DI CIRCONVENZIONE DI INCAPACE

Il pm di Ancona ha chiesto una condanna a tre anni di carcere per Giuliana Ferretti, 71 anni, domestica anconetana, accusata di circonvenzione di due anziani e di essersi così appropriata indebitamente di circa 280 mila euro e di una casa. La sentenza arriverà il 4 dicembre. La difesa ha ribadito l’innocenza della Ferretti, chiedendone l’assoluzione. I primi accertamenti furono avviati nel 2007 quando la donna venne indagata per circonvenzione d’incapace e appropriazione indebita a danno di Giorgio Crescini, ex barista, che proprio alla governante, prima di morire, aveva  lasciato tutti i suoi averi. Due anni dopo gli inquirenti avevano associato al caso quello di un altro anziano, Edmondo Baldelli, assistito in precedenza dalla Ferretti. Anche in questo caso la badante si sarebbe fatta lasciare i beni dopo che l’uomo aveva manifestato l’intenzione di donarli a enti caritatevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *