BILANCIO: LA MAGGIORANZA ESCE RAFFORZATA. LA VERA SFIDA PERO’ SARA’ NEL 2013

corvattaIl dato politico più evidente è che la maggioranza dal voto sul bilancio comunalenon perde nessun consenso ma anzi esce rafforzata e unita. Un dibattito con interventi della durata di 45 minuti dei consiglieri di destra (13 ore in tutto, un vero primato dell’Assise cittadina) in cui è stato ribadito dalla maggioranza che questo non è il bilancio dell’Amministrazione Corvatta ma si tratta di un bilancio in corsa. Ci sono state a maggio le elezioni e da soli 4 mesi si è insediata la giunta comunale. UN bilancio che presenta tutte le fragilità del Comune così come è stato ereditato da Mobili, a cui vanno aggiunti i tagli ministeriali, i tagli regionali di milioni di euro. E poi debiti fuori bilancio che hanno portano l’Imu in misura massima per le seconde case. Cosa questa necessaria altrimenti non si sarebbe potuto chiudere bilancio in pareggio e questo avrebbe comportato un dissesto economico. Nel 2013 ci sarà il bilancio dell’amministrazione Corvatta e la volontà manifestata dagli amministratori è quella di volermigliorare la situazione che trovata.
Da evidenziare alcuni aspetti: “la Tarsu, la tassa sui rifiuti non è stata aumentata e rimane una delle tasse più basse tra tutti i Comuni della provincia di Macerata e anche delle Marche. Un preciso impegno -ha detto l’assessore Silenzi- reso possibile perché è stato deciso di incentivare la lotta all’evasione che per questa tassa era di molte centinaia di migliaia di euro. Non abbiamo aumentato le tariffe e i buoni mensa e non è stata introdotta la tassa imposta sul soggiorno come invece accaduto per altri Comuni come Macerata o San Benedetto che avrebbe fatto entrare centinaia di migliaia di euro a discapito però del turismo e quindi dei tanti operatori civitanovsi. Paghiamo una parte dei debiti fuori bilancio e nel corso di quest’anno abbiamo trovato oltre € 500.000 a fondo perduto per sanare l’inquinamento del lungomare sud, il cosiddetto panettone.” Va anche aggiunto che nel corso di questi mesi con la rinuncia all’indennità del Sindaco del Vice Sindaco, caso unico nelle Marche, il Comune risparmia nel corso del 2012 ben 24 mila euro. Sono state poi stralciate tutte le cifre relative alla somma urgenza. C’erano lavori fatti senza neanche una delibera e molti riguardano gli asfalti fatti in campagna elettorale. Ora c’è bisogno di chiarire la legittimità di questi lavori perché non possono essere approvati dai consiglieri senza una loro precisa responsabilità. In Consiglio è stato evidenziato che questi lavori di somma urgenza sono stati lavori “elettorali” a pochi giorni dal voto senza nessuna delibera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *