ASTERISCHI ROSSOBLU

La foto di Benfatto con la quale apriamo la rubrica di oggi, e che la straordinaria Marta Bitti ci ha messo a disposizione, è la testimonianza del grande entusiasmo che c’è stato subito dopo il termine della gara contro la Recanatese, sofferta fin che si vuole, ma sicuramente meritata. L’immagine privilegia il gruppo degli ultras, che unitamente a tutti gli altri spettatori, hanno sostenuto correttamente la squadra, per cui alla fine l’hanno ampiamente condivisa con i giocatori. Dei festanti, che corrono verso la “curva nord” possiamo solo cercare di ricostruirne la loro identità: c’è sicuramente Antonio Mecomonaco, che è il più aiutante, i capelli biondissimi ci fanno ritenere che siano quelli dell’amministratrice delegata della società, dottoressa Sabina Santinello, giunta appositamente da Padova per stare vicina alla squadra e, forse, chi porta quel “cappottino” nero potrebbe essere il direttore Giorgio Bresciani, che, come tutti gli altri, ha ben motivo di esultare. Un’immagine di gioia che farà sicuramente parte di quello scrigno di gioia che la Civitanovese sta riempiendo con intelligenza e che sicuramente alla fine sarà colmo di preziosi.
* * *
Nella classifica del miglior giocatore del mese, che, ricordiamo, si può votare andando su Civitanovese Speaker’s Corner, domenica pomeriggio al primo posto c’era Amodeo, seguito da Pintori e quindi da Bensaja. Non sappiamo quale sarà l’aggiornamento della classifica dopo il risultato di ieri, visto che quel “folletto” di Pintori ha avuto il grande merito di sbloccare il risultato. Gol preziosissimo a parte, il n. 11 rossoblu ha rappresentato la spina nel fianco della robusta saracinesca dei leopardiani ed è stato fra i più appariscenti della truppa di Mecomonaco. Comunque, saranno i tifosi a dare il giusto riconoscimento al giocatore che, per tutta una serie di motivi, potrà ricevere la coppa del migliore del mese e onde evitare che uno stesso giocatore possa ricevere più di un riconoscimento, suggeriamo che il primo di ogni mese non sia più votabile nei mesi successivi. E se due giocatori dovessero avere lo stesso numero di voti? Manuela e Fabio, i promotori del simpatico concorso, sapranno sicuramente dare una risposta, ovvero se premiare il più “giovane” o il più “vecchio” in termini di età. Intanto, ricordiamo che per questa prima volta, si può votare fino al due dicembre prossimo e che la premiazione avverrà nel corso della gara contro l’Amiternina.
* * *
Civitanovese e Samb, come si sa, stanno viaggiando a braccetto al secondo posto della classifica, seppure i rossoblu piceni abbiamo dalla loro parte una migliore differenza rete e quindi hanno il diritto di essere inseriti per primi. Una coincidenza davvero straordinaria e che in un certo senso riconosce la simpatia che da decenni lega i tifosi delle due gloriose formazioni marchigiane. Una ulteriore testimonianza, i più attenti, l’avranno potuta sicuramente cogliere nello striscione che è stato issato nella curva nord nel quale, tenendo conto del superamento di certe difficoltà che c’erano state per i supporter gemellati, è stato testualmente scritto: “DIFFIDATI MAI DOMATI ULTRAS SAMB BEN TORNATI”. Un attestato di simpatia di stima e vicinanza che fa onore ai nostri ultras, in attesa di quello che sarà lo svolgimento di un campionato che non sta entusiasmando solo loro, ma certamente anche le due sportivissime città.
* * *
In tribuna ieri anche il sindaco Tommaso Claudio Corvatta e l’assessore Piergiorgio Balboni, ai quali, alla fine, abbiamo ritenuto di chiedere un parere sull’andamento della gara e sul risultato. Molto attenti i loro giudizi: “In realtà fino all’85’ non è stata una grande partite – ha detto, difatti, il sindaco – dal momento che le due squadra si sono validamente fronteggiate, poi nel finale è emersa la straordinaria vitalità della Civitanovese che ha inteso ripagare con la vittoria la presenza di tanti tifosi”. Tenuto conto che ornai si stava profilando il pareggio, stesso risultato dello scorso anno con lo stesso arbitro Simone Degli Esposti di Bologna, Balboni ha riconosciuto “una certa fortuna da parte nostra – ha ammesso sorridendo – che fa comunque parte di ogni partita. Questa volta è andata bene a noi ed era il risultato che i nostri tifosi e la città attendevano”.

2 Responses

  1. Vittorio De Seriis ha detto:

    Nel commentare la foto, ho accennato alla possibile identità delle persone che si stanno dirigendo festanti verso la “curva nord” e fra queste mi è sembrato di riconoscere Bresciani che, come si sa, è squalificato fino al 24 dicembre. Faccio notare che un dirigente squalificato non può entrare nel campo durante lo svolfgimento delle partite, ma in quel momento la partita era finita da diversi minuti per cui non c’era nulla di ufficialità.

  2. Pamela ha detto:

    Ma bresciani, perchè stava in campo? ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *