A MONTACUTO UN SUICIDIO E UN ALTRO TENTATO NEL GIRO DI POCHE ORE

Un suicidio e un altro tentato nel giro di poche ore nel carcere di Montacuto, ad Ancona. Un record negativo, una vera e propria giornata nera per l’istituto di pena anconetano. La vittima è un 28enne greco, trovato impiccato ad un’inferriata del bagno. Il giovane era in carcere da poco per reati legati al contrabbando. Il corpo è stato sottoposto ad una prima ricognizione, da cui non sono emersi segni di violenza. Poche ore dopo, un 24enne algerino è stato soccorso dagli agenti di polizia penitenziaria: si era ferito ad un braccio e alla gola con un oggetto tagliente. E’ stato portato d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette, ma le sue condizioni non sono gravi: più che un tentativo di suicidio vero e proprio, secondo i medici il suo è stato un gesto autolesionistico, a scopo dimostrativo. La struttura carceraria anconetana soffre, come le altre marchigiane, di una situazione di  sovraffollamento: 399 detenuti contro una capienza di 172 posti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *