VITA VITA, LE LAMENTELE DI ALCUNI COMMERCIANTI

Una Civitanova gremita per l’edizione 2022 di Vita Vita, ma non tutti, tra i commercianti, ne sono rimasti soddisfatti.
Sono quelli i cui esercizi si trovano nella parte Nord di corso Umberto I, tra il bar pasticceria La Romana e il Castellaro, e quelli di corso Vittorio Emanuele che lamentano l’esclusione da VitaVita.
I commercianti di queste zone si sono trovati con strade chiuse e nessuna attrattiva con conseguente penalizzazione della loro attività lavorativa.
Un grosso gonfiabile posizionato poi all’altezza della Romana ostruiva il passaggio e anche se la manifestazione è iniziata alle 21.30 la strada è stata chiusa già alle 17.
“Non abbiamo lavorato per niente e pensare che poteva essere per noi una buona giornata di lavoro. Noi del tratto Nord di corso Umberto I e anche molti dei colleghi di corso Vittorio Emanuele siamo stati penalizzati. Qui non è stato organizzato nulla. E infatti molti di noi hanno chiuso già alle 23. Il pomeriggio c’è chi ha chiuso il negozio alle 19.30. La strada è stata chiusa al traffico alle 17 e i camion sono passati alle 20 a posizionare i blocchi di cemento. E a rimetterci siamo stati noi commercianti”. Questo lo sfogo dei commercianti che chiedono, da qui in avanti di essere coinvolti e ascoltati.

2 Responses

  1. Lorella ha detto:

    NOI commercianti di Corso Vittorio Emanuele ci avevano assegnato un gruppo musicale che hanno spostato all’ultimo momento in piazza Ramovecchi non si sa da chi è partita questa iniziativa che ha penalizzato la Via lasciandola al buio e senza attrattive. C’e’ stata tanta delusione e rabbia fa parte anche degli abitanti della Via . Il responsabile di questa decisione spero che sara’ sentito dal Sindaco dopo le nostre lamentele

  2. Giordano ha detto:

    Vita Vita è’ andata sempre un po’ in declino… sicuramente non paragonabile ai primi anni dove suonavano un po tutti dai bambini agli adulti ..era veramente la festa dell arte dove ognuno ..quelli bravi e quelli meno bravi.. potevano esibirsi in pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *