VACANZA ESTIVA PER PAZIENTI EMODIALIZZATI

Da più di dieci anni viene realizzato il progetto “Vacanza estiva di benessere per pazienti emodializzati, in dialisi peritoneale e trapiantati di rene”. L’iniziativa, rivolta a coloro che sono in cura presso l’Area Vasta 3, nelle Unità Operative di Dialisi e Nefrologia dell’Ospedale di Macerata e Tolentino, ha sempre registrato una grande soddisfazione e significativi benefici terapeutici, incidendo nella qualità di vita delle persone malate e dei loro familiari.
Il trattamento di dialisi, indispensabile alla sopravvivenza, che si svolge per tre/quattro ore al giorno con cadenza trisettimanale, obbliga i pazienti con insufficienza renale cronica ad essere strettamente dipendenti dalla “macchina dialitica” e, sovente, anche dalla relazione con il personale infermieristico e medico del proprio Centro Dialisi. Il rapporto con i familiari, responsabili della cura in ambito domiciliare e sottoposti a stress, può diventare spesso conflittuale. Per allontanarsi dall’ordinaria quotidianità e poter trascorrere un periodo di tempo in una località di villeggiatura, i pazienti, oltre ad aver bisogno di molte rassicurazioni, devono prenotare il posto-dialisi con alcuni mesi di anticipo non trovando agevolmente la disponibilità. Già l’estate scorsa, il Direttore dell’Area Vasta 3, Dottor Enrico Bordoni, riconoscendo l’importanza dell’iniziativa, ha accolto la richiesta dei pazienti nefropatici, sostenendo l’organizzazione di un soggiorno in Trentino Alto Adige nella località di Bressanone (BZ) e, per garantire la loro serenità e sicurezza, ha anche consentito che fossero accompagnati da operatori a conoscenza della loro storia clinica. Dal 27 maggio al 3 giugno 2012, dunque, previo accordo tra Aziende Sanitarie, quattordici pazienti accompagnati dai loro familiari hanno soggiornato Nell’Hotel Jarolim di Bressanone e condiviso l’intera esperienza con un medico, alcuni infermieri e l’assistente sociale delle Unità Operative di Dialisi di Macerata e Tolentino dirette dal Dottor Franco Sopranzi. I pazienti hanno regolarmente svolto il trattamento dialitico nell’ospedale della città sempre in tarda serata, così da poter partecipare, durante il giorno, alle iniziative programmate: giochi di carte, visione di film, ascolto musicale e balli, escursioni nei dintorni di Bressanone, passeggiate e visita a diverse luoghi di rilevanza storica e naturalistica: Merano, Il Sentiero di Sissi e il Giardino dei Suoni, il Laghetto di Varna, la città di Bressanone e il Museo Antico della Farmacia, l’Abbazia Di Novacella, Bolzano e il Museo di Otzi the Iceman, Castel Velturno e il suggestivo Lago Di Carezza. L’esperienza di gruppo, vissuta dai partecipanti in un contesto umanizzante ed extraospedaliero, ha suscitato una libera e spontanea socializzazione, determinando una migliore conoscenza reciproca, mutuo aiuto e una maggiore accettazione della propria condizione di vita. L’ iniziativa è stata resa possibile anche grazie al contributo dell’Amministrazione Provinciale di Macerata e delle Amministrazioni Comunali di Macerata, Tolentino, Serrapetrona, Morrovalle, Montegiorgio, nonché della ASSM di Tolentino, della Ditta “Tigamaro” di Tolentino, della Ditta LUBE di Treia, della Parrucchiera C&R Firmano i Capelli di Tolentino che, con il loro supporto economico, hanno coperto le spese del servizio di trasporto, svolto, in modo eticamente corretto, dalla ditta CONTRAM di Camerino. Vista, dunque, la positiva esperienza del 2012 ed anche degli anni precedenti, il Direttore di Area Vasta ha ritenuto opportuno confermare il progetto anche per il 2013: un gruppo di cinquanta persone tra pazienti, familiari e personale sociosanitario delle Unità Operative di Dialisi di Macerata e Tolentino, soggiornerà dal 2 al 9 giugno 2013 in Sardegna, previo accordo con la ASL di Olbia. Coniugando le necessità assistenziali, le esigenze di cura e gli obblighi gestionali della terapia con il bisogno di socializzazione e partecipazione, tale iniziativa continuerà a dare la possibilità ai pazienti cronici di interrompere la monotonia dei ripetitivi ritmi quotidiani, vivendo una nuova e significativa esperienza socio-ricreativa a contatto con la natura, senza barriere e con rilevanti aspetti culturali in un clima di buone relazioni interpersonali.

1 Response

  1. vittorio ha detto:

    Salve,sono interessato dializzare a Bressanone,periodo maggio2016!c’e’ disponibilità? Cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *