UOVA PASQUALI PER BAMBINI E ANZIANI

Il Sindaco Ciarapica ha donato uova pasquali ai piccoli degenti del Reparto di Pediatria e agli anziani di “Villa Letizia”.
“Un gesto simbolico, ma molto partecipato da parte mia, come Sindaco, ma soprattutto come genitore. Ho sentito, anche quest’anno l’esigenza di alleviare con un po’ di dolcezza e con un sorriso i piccoli pazienti e i familiari che, purtroppo, non potranno raccogliersi con parenti e amici a festeggiare la più importante solennità del Cristianesimo. Mi auguro – ha aggiunto Ciarapica – di poter alleggerire, per quanto possibile, le sofferenze e il disagio che bimbi e familiari sono costretti a sopportare in questi giorni particolari di festa che vengono avvertiti, ovviamente, con una singolare tristezza per il distacco che devono subire dalla propria casa, dagli affetti e dalle proprie abitudini. Il mio pensiero e la mia gratitudine, va anche a tutti gli operatori sanitari che con serietà e professionalità, quotidianamente, svolgono la loro attività, anche in questi giorni di festa”. Presenti alla visita tutta l’equipe del Reparto di Pediatria e Massimo Palazzo, direttore ospedaliero.
Dopo la visita all’Ospedale, il Sindaco Ciarapica si è trasferito presso la Casa di Riposo per anziani, Villa Letizia, per donare, anche qui le uova di cioccolata. Presenti anche l’Assessore ai Servizi sociali, Barbara Capponi e il Presidente del Paolo Ricci, Agostino Basile.
“Ho trovato tanto calore da parte dei ‘nonni’ e delle ‘nonne’ che trascorreranno qui la Pasqua. Ciò che mi ha colpito è stato il clima festoso con cui sono stato accolto. Tanti sorrisi e strette di mano affettuose, regalo per me molto gradito e che porterò nel cuore. Nell’occasione ho ringraziato tutto lo staff che con sacrificio e amore si prodiga moltissimo per alleviare tante sofferenze a volte legate all’inabilità, a volte legate a gravi problemi cognitivi. La solidarietà e l’aiuto di tutti, amministratori e cittadini volontari, verso le persone avanti con l’età e che vivono un disagio, ritengo sia fondamentale in un momento di crisi dei valori come quello che stiamo vivendo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *