UN PALAZZETTO PER IL FUTURO

I ragazzini urlano e tifano le loro scuole in campo, fanno la ola, si sfottono. Si sentono grandi con il presentatore che commenta, gli arbitri, gli allenatori a bordo campo, i fotografi che li mitragliano di scatti. Poi la premiazione (targhe per tutti), la soddisfazione dei vincitori, che come veri professionisti si esaltano sotto la propria parte di pubblico.
L’inno nazionale cantato da tutti a gola piena e mano sul cuore, i coriandoli in campo come una finale di Champion e ho pianto come una scema sbavandomi il trucco.
Più di tutto mi ha emozionato questo, più dei discorsi, i tagli del nastro, le congratulazioni dei pezzi grossi. Più di tutto e’ stato grande vedere i ragazzini appropriarsi di un palazzetto che è stato pensato anche per loro, perche’ loro sono il futuro, a loro lo dovevamo.
Sarebbe bello che per un giorno anche chi è contro questa amministrazione fosse contento e non si facessero i soliti discorsi, le polemiche biliose e stantie. Questo palazzetto e’ di tutti, citta’ e territorio, è un segnale di speranza di fiducia nel futuro. Nessuna citta’ in questi momenti si azzarda a guardare avanti, a fare scommesse, tutte sono ripiegate su se stesse e si leccano le ferite che ognuno porta per la crisi e i tagli. Noi no. Noi lanciamo un messaggio, ci aiutiamo da soli, diamo una scossa a tutta la regione. Noi non ci arrendiamo, costruiamo, crediamo nella ricaduta economica sul territorio e ci prepariamo ad un altro impegno per risollevare la nostra zona con la nuova fiera che ci apprestiamo a far cominciare a lavorare. E’ stato un grande momento di orgoglio, una grande impresa fatta in poco più di 135 giorni con 35 ditte che hanno lavorato di concerto e, soprattutto con 0 incidenti. Grazie anche a queste straordinarie maestranze e grazie al Sindaco Corvatta: un sognatore spericolato.

Assessore Cristiana Cecchetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *