UN MACIGNO SUL COMUNE CHE PUÒ RISCHIARE IL DEFAULT. CONGELATI I SOLDI DI GAS MARCA CANCELLATI I LAVORI PER UNIVERSITÀ E RIAMMAGLIAMENTO

img_7716

I revisori dei conti del Comune di Civitanova hanno scritto una lettera all’amministrazione e al presidente del consiglio per ribadire che di fronte alle tante cause che il Comune ha (più di 40 milioni di danni di risarcimenti richiesti. Una sola causa (Ceccotti) vale 20 milioni, un’altra (Samesi) 13 milioni) e che il fondo rischi previsto in bilancio in questi due anni di amministrazione Ciarapica non si è incrementato ed è rimasto solamente 1 milione di quello che aveva messo l’amministrazione Corvatta (spendono tanti soldi ma non incrementano il fondo rischi). I revisori dei conti mettono le mani avanti perché nel caso che le cause andassero con sentenza sfavorevole al Comune si rischierebbe una grave crisi finanziaria del Comune e pertanto dicono che i soldi di Gasmarca – i 6 milioni di euro – debbono essere trattenuti per incrementare il fondo rischi. Per questo nei documenti di programmazione sono state tolte le opere come la palazzina dell’università e tutte le opere di riammagliamento viario Che erano state annunciate come prossime dall’amministrazione comunale. Vedremo ora nel bilancio di previsione quali saranno le scelte che l’amministrazione farà.
Alla comunicazione del presidente Morresi al consiglio non è seguita discussione perché il regolamento sulle comunicazioni non prevede dibattito. Si discute tante volte di questioni marginali ma di un fatto così grave che potrebbe portare a default il Comune se le richieste venissero accettate dalla magistratura, non se ne parla. Il Sindaco, l’assessore, non dicono una parola e la comunicazione dopo un mese la fanno leggere al Presidente del Consiglio che in materia non e’ minimamente competente.
img_7715img_7714

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *