UN ANGIOMA SCAMBIATO PER METASTASI. SEI RADIOLOGI MACERATESI FINISCONO SOTTO PROCESSO

Sei radiologi maceratesi sono sotto processo con l’accusa di lesioni colpose ai danni di un 56enne, Emilio Moretti, di Monte San Giusto, curato per 5 anni per una metastasi al fegato che poi si è rivelata essere un angioma. Il calvario dell’uomo, che nel processo si è  costituito parte civile, si è protratto dal 2003 al 2008, periodo nel quale si sottopose a continui cicli di chemioterapia che lo costrinsero a lasciare il lavoro di dipendente comunale. La tesi difensiva è che i radiologi non dovevano fare la diagnosi ma soltanto risonanze magnetiche e tac che poi passavano agli specialisti. Il dibattimento riprenderà a febbraio del 2014. Gli imputati sono Luigi Oncini, Luigi Gigante, Marcello Bartomioli, Tommaso Taccari, Stefania Lisi e Riccardo Lanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *