TRUFFA, RICICLAGGIO, PEGULATO: L’INCHIESTA INTERESSA ANCHE LE MARCHE

L’arresto di 19 persone tra dirigenti medici e imprenditori nel settore farmaceutico, 75 persone indagate a vario titolo per corruzione, truffa, riciclaggio, peculato, 17 aziende coinvolte in attività illecite e il sequestro di due società e di circa 500.000 euro. Questo il bilancio dell’operazione ‘Pasimafi’, condotta dai Carabinieri del Nas di Parma sulla base di un’ordinanza del Gip del Tribunale emiliano. Secondo la procura, ideatore e vertice dell’organizzazione sarebbe il professor Guido Fanelli, 62 anni, dirigente medico, direttore della Struttura Complessa 2a Anestesia, Rianimazione e Terapia Antalgica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, un luminare nel campo della terapia del dolore. Fanelli è agli arresti domiciliari come Fabio De Luca, 45 enne, residente a Roma, General Manager della divisione Pharma di Angelini F.A.C.R.A.F. Spa. Nell’inchiesta risultano coinvolte anche le Aziende chimiche Riunite Angelini Francesco (A.C.R.A.F.) Spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *