TORNA IL CONSIGLIO COMUNALE. ALL’ODG NESSUN PROVVEDIMENTO ECONOMICO PER FRONTEGGIARE EMERGENZA COVID

Quasi un mese dopo l’ultima convocazione, torna a riunirsi il consiglio comunale di Civitanova. Nella seduta del 17 aprile venne votato l’emendamento che metteva nelle mani del sindaco la disponibilità di 800 mila euro per varare misure di sostegno a famiglie e imprese, ma nel frattempo non è successo nulla e all’appuntamento di mercoledì alle 21, in video conferenza, il centro destra si presenta (al momento) senza che un solo provvedimento economico sia stato ancora varato. All’esame dell’aula gli unici argomenti attinenti l’emergenza Covid non riguardano infatti atti concreti per i cittadini, ma una relazione del sindaco sugli interventi fatti e su quello che pensa di fare, e poi un dibattito sulle indicazioni del consiglio alla giunta sulle scelte da adottare per fare fronte all’emergenza economica e sanitaria. Tra le mozioni inserite all’ordine del giorno quella datata 17 aprile di Fratelli d’Italia che chiede un voto per impegnare la giunta regionale a organizzare un veloce ritorno alla normalità dell’ospedale di Civitanova Alta, che negli ultimi due mesi è stato impegnato soltanto sul fronte covid. Un passaggio, questo, già previsto dalla Regione non solo per Civitanova, ma per tutti gli ospedali marchigiani che nella fase emergenziale sono stati convertiti in presìdi covid. Nello specifico, per la struttura di Civitanova Alta questo percorso dovrebbe essere ultimato entro il 15 giugno. Il consiglio comunale arriva in una fase difficile per Ciarapica, messo sono accusa in casa per la Fiera Civid. Turbolente le ultime riunioni della maggioranza. Ampi settori del centro destra contestano l’ospedale covid e mal sopportano il comportamento di un sindaco che non si è confrontato con nessuno, se non con Bertolaso e Ceriscioli, su scelte di programmazione sanitaria strategiche per la città. Una questione su cui il sindaco era già stato attaccato dalle opposizioni che chiedono da settimane chiarezza e un confronto consiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *