TESORI IN VOLO E PALLONI GONFIATI

img_6874

E’ il week end di Tesori in Volo, evento promosso dall’amministrazione Ciarapica e quanto mai azzeccato dopo i furti negli uffici comunali, con i tesoretti dei parcometri e delle mense volati via. Mentre i soldi dei cittadini svolazzano senza problemi, non riescono invece a decollare le mongolfiere. Per il secondo anno consecutivo fanno flop ma stavolta Miss Gabellieri, dopo la prima figuraccia, si è tenuta in disparte e ha lasciato il palcoscenico a Borroni che, novello Bernacca, ha emesso una nota meteo: “è evidente che misteriose forze dall’alto non amano le mongolfiere” (n.d.r. lo ha scritto davvero non è una nostra licenza poetica). Mentre Borroni se la prendeva con gli Dei dell’Olimpo, a terra succedevano altre cose, e quelle sì misteriose davvero. Il bando emesso dal Comune per assegnare il servizio mongolfiere con volo a pagamento sulla piazza, il 1 ottobre è andato deserto. Ma, il 2 ottobre le locandine che promuovevano Tesori in Volo, con la pubblicità di mercatini della Sibiliniziatve e delle mongolfiere, erano già affisse sui muri e circolavano sul web. Un mistero su cui Borroni sorvola. Si vede che le tipografie hanno invece santi in paradiso quando devono lavorare di notte. Orbene, era tutto pronto, poi però si sono palesate le forze occulte e le mongolfiere si sono sgonfiate, pure quest’anno. Peccato, e comunque con ingegno e fantasia qualcosa da far volare si sarebbe trovato: bastava aprire le finestre di Palazzo Sforza e liberare un bel po’ di palloni gonfiati. Da quelle parti non ne mancano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *