TERMOLI – CIVITANOVESE A PORTE CHIUSE. PER BIAGINI POTREBBE ESSERE UN VANTAGGIO PER NOI

Nell’incontro odierno con il giovane stoppe destro Lorenzo Biagini, era inevitabile che si parlasse della gara di domenica a Termoli, dove si giocherà a porte chiuse per la squalifica che è stata inflitta alla squadra molisana, a seguito di alcune scorrettezze dei propri sostenitori nella gara in casa dell’Amiternina. “Non fa piacere a nessun giocatore – ha ammesso il difensore viareggino – giocare senza i tifosi sugli spalti, anche se alla fin fine i nostri potevano essere inferiori a quelli del luogo, per cui sarebbe stata la squadra di casa a beneficiarne. Oltre al campo ci risulta che i giocatori del Termoli sono ai ferri corti con la società, dal momento che lamentano il pagamento delle competenze. Se questo avverrà prima di domenica, troveremo una formazione più “gasata”. Per noi però si tratta di una normale partita da affrontare con la massima concentrazione”. Accennando a queste sue due ultime prestazioni, Biagini ha ammesso di essere rimasto soddisfatto della sua prestazione, “soprattutto per il fatto – sono le sue parole – per aver dato una risposta positiva alla chiamata del tecnico”.
24 anni, ben piantato (è alto m. 1,87), Biagini è cresciuto nelle giovanili del Pisa. La sua carriera è stata costellata da promozione. “Esclusa la stagione 2009-10 quando sono stato in forza al Potendera, i campionati successivi sono stati due vincenti: Nel 2010-11 e nella stagione successiva con il Treviso, nel campionato 2012-13 ho vinto la Coppa Italia con la Torrese e nella stagione scorsa ho vinto il campionato con la Lucchese. Certamente sarebbe un sogno ripetere questa bella successione con la Civitanovese”.
E’ fidanzato con una graziosa ragazza di Viareggio, Sara, che qualche domenica viene al Polisportivo e naturalmente è la sua prima tifosa. “ Siamo ancora giovani – ha ammesso con un sorriso – è non abbiamo ancora pensato al matrimonio. Intanto penso a giocare e il mio idolo è Nesta, un grande difensore che rappresenta uno straordinario punto di riferimento”.
Per quanto riguardano le novità deel giudice sportivo, nel Termoli sono squalificati l’allenatore Cardamone e il giocatore Ruggieri; nella Civitanovese sono in diffida Margarita, giunto alla terza ammonizione, e Ficola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *