TARI, A CIVITANOVA UNA TRA LE TARIFFE PIÙ BASSE

image

Il Comune di Civitanova Marche è l’unico Comune di una certa consistenza demografica ad aver ridotto la Tari rispetto al 2014 del 5% sia per le famiglie che per gli altri usi, industriali, artigianali, commerciali, studi professionali ecc.

Lo spunto per ritornare sulla questione è stato fornito da un recente studio curato dal Servizio delle politiche territoriali della Uil, pubblicato in questi giorni sulla stampa, che ha comparato i dati dei Comuni capoluogo di provincia.

C’è stata una tendenza nazionale ad aumentare la tassa per lo smaltimento dei rifiuti tra il 2014 e il 2015 (su 100 mq per tre persone ad esempio si paga 318 euro a Roma, 435 a Napoli, 331 a Milano), mentre a Civitanova c’è stata una diminuzione. Prendendo a riferimento l’ipotesi riportata dallo studio della Uil, nel caso di un nucleo di tre persone che abitano in 100 mq a Civitanova si paga 203 euro, mentre si paga di più a Porto Recanati (261), Tolentino (243), Camerino (273), Montecosaro (226) e Potenza Picena (213). Tariffe più basse solo a Recanati (162), Corridonia (180,) Morrovalle (182).

“Da uno studio che abbiamo effettuato anche con l’ausilio della Civitas – ha spiegato l’assessore al Bilancio Giulio Silenzi – abbiamo comparato le tariffe prendendo ad esempio un appartamento di 80 mq. Con tre persone a Civitanova si paga 162 euro, se ci sono quattro o cinque persone, da noi si paga sempre 162 euro (pagano di meno solo Recanati e Morrovalle) mentre in tutti gli altri Comuni della provincia di Macerata con più di 5 mila abitanti si paga di più (il riferimento è a Macerata, Corridonia, San Severino, Potenza Picena, Treia, Matelica, Cingoli, Montecosaro, Monte San Giusto, Tolentino, Pollenza, Porto Recanati, Camerino).
Se poi andiamo a verificare i Comuni della regione della dimensione di Civitanova, con più di 40 mila abitanti (Jesi, Senigallia, Ancona, Fano, San Benedetto, Pesaro), su 80 mq con 4 persone (nucleo familiare) a Civitanova si paga 162 mentre a Jesi 198, Senigallia 209, Ancona 246, Fano 266, San Benedetto 288, Pesaro 295.
E’ un fatto che volevamo evidenziare per mettere in risalto che nel Comune di Civitanova – su precisa volontà della Giunta – si è puntato a ridurre il peso della tassa sulle famiglie con una attenta gestione delle spese relative ai rifiuti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *