TAPPA TIRRENO – ADRIATICO: AMPIO CIRCUITO CITTADINO

Com’è noto, lunedì 13 marzo la nostra città sarà sede dell’arrivo della sesta tappa della Tirreno Adriatico: Ascoli Piceno – Civitanova Marche di 159 km. L’arrivo avverrà lungo viale Piermanni, corsia lato monte, e il traguardo sia di quello “ volante”, sia quello della tappa, sarà posto all’altezza del Ristorante “Hops” (nella foto, la zona interessata), subito dopo l’innesto in via Bainsizza. Lo stabilimento balneare quasi prospiciente è il Solemar.
Caratteristica della tappa, la conclusione con un “circuito cittadino” e rappresenta per la Corsa dei due Mari, un abbraccio a tutta la città. Questo. difatti, il percorso della corsa che giungerà sulla SS 16 lato Porto Potenza Picena: sottopasso “Broccolo”, via IV Novembre, via Matteotti, piazzale Gramsci, lungomare Piermanni (corsia lato monte), piazzale Italia, via Veneto, via Matteotti, vialetto nord piazza XX Settembre, via Buozzi, via Cecchetti, rotonda San Marone-Trialone, via De Amicis, rotonda Castellaro-Lori Blu, via Civitanova, strada del Castellaro, strada provinciale delle Vergini, incrocio strada del Pincio, via XXIV Maggio, strada del Palazzaccio, via Pigafetta, via C.Colombo (direzione Ancona), sottopasso “Broccolo”, via IV Novembre, via Matteotti, piazza Gramsci, lungomare Piermanni (corsia lato monte), dov’è posto l’arrivo. Nella conclusione della tappa, le auto al seguito saranno deviate in via Mazzini e si ricongiungeranno ai corridori sul piazzale Martiri della Libertà, dopo aver percorso via Garibaldi.
Quella che si conclude nella nostra città, è considerata una tappa per velocisti con l’insidia dello “strappo” verso Civitanova Alta dell’8%, al quale fa seguito la discesa del Palazzaccio e l’ultimo breve tratto di pianura.
La Corsa dei Due Mari, che è andata sempre più acquisendo una rilevanza internazionale, non giunge nella nostra città, come arrivo di tappa, dal 2008 quando si concluse la quarta tappa: Porto Recanati – Civitanova, vinta in volata da Alessandro Petacchi. In quello stesso anno ci fu la partenza della sesta tappa, la Civitanova – Castelfidardo. Nel 2009 fu sede della partenza della sesta tappa, la Civitanova – Camerino, nel 2010 la partenza della settima tappa, la Civitanova S.Benedetto del Tronto e negli anni dal 2011 al 2016, la Tirreno – Adriatico tocco altri lidi. Nel 2015, è giusto ricordare, ci fu la partenza della decima tappa del Giro d’Italia, la Civitanova – Forlì.
Ritornando per un attimo alla Tirreno – Adriatico, molti sportivi ancora ricordano ancora la terribile volata del 1999, settima tappa, quando in prossimità dell’arrivo ci fu una rovinosa caduta e una bicicletta volò sugli spettatori senza, per fortuna, determinare danni alle persone. La tappa fu finta dall’olandese Steven De Jongh e fra i corridori caduti ci fu il grande Mario Cipollini.
La nostra città si accinge, dunque, a vivere un’altra intensa giornata, questa volta dedicata al ciclismo, che ha richiesto un forte impegno dell’Assessorato allo Sport e dell’espertissimo Massimo Giulietti, nonché degli organismi tecnici comunali, e certamente sono da condividere gli auspici del sindaco, Tommaso Claudio Corvatta, nei quali dice: “Si confida nello spirito collaborativo cittadino di sempre e si auspica la massima partecipazione all’evento sportivo internazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *