SICUREZZA URBANA, INCONTRO A CIVITANOVA PER FARE IL PUNTO

img_9043

Si è parlato di sicurezza urbana a Civitanova nel corso di un incontro che ha visto l’intervento introduttivo del Consigliere Ghio e a seguire gli interventi di due criminologi che hanno presentato uno studio dei reati commessi nel nostro territorio in relazione al contesto sociale ed economico. Le sorprese non sono mancate. Nel periodo dei cinque anni dal 2012 al 2017 i furti e le rapine nella provincia di Macerata sono molto diminuiti (i furti nella percentuale del 23% e le rapine della percentuale del 40%) mentre sono aumentate le truffe e frodi informatiche (oltre il 30%).
Ma ciò che stupisce ancora di più è che l’analisi del contesto sociale rileva che le truffe informatiche sono maggiori ove la popolazione è più anziana (sopra i 60 anni) ed i furti e rapine sono inversamente proporzionali alla presenza degli stranieri.
Da ultimo emerge in modo inequivocabile che i furti e le rapine scontano il fenomeno della densità abitativa, come è ovvio che sia, e quindi le realtà come Civitanova sono le più interessate (sempre fermo restando la diminuzione percentuale).
Il tema sicurezza è quindi stato affrontato senza i pregiudizi dell’attuale comunicazione politica ansiogena.
I dati forniti non sono il frutto di un giudizio politico ma il risultato di uno studio scientifico ed oggettivo che dovrebbe indicare la strada degli interventi e degli investimenti in sicurezza.
Di Mara Mercuri
img_9044

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *