SCOMPARSO IN SPAGNA, L’ALLARME RIENTRA DOPO 24 ORE

carabinieriI Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche hanno avviato il piano ricerche per un giovane del maceratese che, da alcuni mesi in Spagna per lavoro, non veniva rintracciato, già da diversi giorni, dai sui familiari di Civitanova. Una segnalazione al 112 (numero unico europeo per le emergenze) si concretizzava immediatamente con una denuncia di scomparsa presso la Stazione di Civitanova Alta da parte dei parenti. I militari dell’Arma, trattandosi di ricerche da attuare in ambito internazionale, hanno tempestivamente avviato il peculiare piano con l’attivazione degli organi internazionali preposti. Sono state acquisite foto del giovane e ogni elemento descrittivo utile per far si che l’uomo potesse essere individuato in caso di controlli anche ad opera delle forze di polizia iberiche. Quei contatti staccati, che da alcuni giorni non si riuscivano a rintracciare, poche ore dopo la denuncia sono fortunatamente ritornati “raggiungibili” grazie ad un programma di messaggistica istantanea. Finalmente, prima per messaggio e poi per telefonata attraverso la rete di amici del giovane, la voce del connazionale è stata contattata dai familiari che si sono sincerati che l’uomo era in buone condizioni e che non gli era accaduto nulla di preoccupante. Il rintraccio ha risollevato un po’ tutti ed ha consentito di revocare il puntuale piano di ricerche, in ambito internazionale, messo a punto dall’Arma civitanovese.
Il piano di ricerche di persone scomparse in ambito nazionale, come noto, è disciplinato dagli uffici territoriali del Governo di ogni provincia. Tuttavia, in caso di scomparse di connazionali all’estero, come in questa circostanza, ci si può sempre rivolgere con fiducia ai Carabinieri della Stazione del comune di residenza dei prossimi familiari, in modo da far subito avviare le procedure di ricerca anche in ambito internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *