SARÀ UBI A RISARCIRE GLI AZIONISTI DI BANCA MARCHE CHE SI SONO VISTI AZZERARE IL VALORE DELLE AZIONI

soldi_21_euro

Il Tribunale di Milano, con una decisione dell’8 novembre scorso, ha stabilito che deve essere Ubi Banca, quale acquirente di Nuova Banca Marche, a risarcire gli azionisti che hanno visto azzerato il valore delle loro azioni. Ne dà notizia l’Adiconsum. La decisione, che segue quella identica adottata dal Tribunale di Ferrara, ”è di fondamentale importanza” secondo Adiconsum. Nuova Banca Marche (poi Banca Adriatica e ora Ubi Banca), si legge in una nota, ”è legittimata passiva nel ricevere le richieste di risarcimento del danno da parte degli azionisti. Alla luce di questa sentenza è quindi possibile fare causa direttamente alla Banca evitando di procedere contro gli ex amministratori che non sono solvibili vista l’importanza delle cifre in gioco”. D’altra parte Ubi potrebbe fare appello per difetto di legittimazione passiva.
L’Adiconsum Marche già da due anni ha attivato il percorso del risarcimento civile nei confronti di Nuova Banca Marche e ora di Ubi Banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *