SABATO 13 LUGLIO A FUTURA FESTIVAL, UNA GRANDE GIORNATA DEDICATA A DALLA CON ALEMANNO, MANCUSO E GLI STADIO

lucio-dalla-mortoTra laicità e teologia, tra pubblico e privato, tra passato e futuro. Ricordi, tra parole e musica.

Sono gli opposti con cui Futura Festival omaggia l’uomo e l’artista Lucio Dalla.

Una delle sue canzoni più famose ha regalato al nuovo festival civitanovese un nome evocativo, un singolare femminile caldo e prospettico e Futura non poteva non contraccambiare dedicando a Lucio Dalla una giornata intera della sua articolata programmazione.

Sabato 13 Luglio sarà per Lucio.

L’uomo Dalla con le sue tante passioni e le umanissime contraddizioni, la generosità, i dilemmi, l’accettazione di sé, il suo essere omosessuale e insieme profondamente credente, che oggi più che mai evidenzia l’arretratezza culturale di una chiesa ancorata al passato e che appare riluttante a stare al passo con i tempi.

L’artista Dalla che ha costellato gli ultimi 40 anni della musica italiana di alcuni dei brani più belli della storia della musica, sia come compositore che come autore spandendo una scia di poesia su cui noi ancora camminiamo leggeri. Le innumerevoli collaborazioni con artisti altrettanto grandi, l’ecletticità del suo essere artista a tutto tondo che lo ha fatto cimentare nel musical nella lirica nel cinema.

La sua Bologna lo ha ricordato festeggiandolo nel giorno che sarebbe stato il suo 70esimo compleanno, lo scorso 4 Marzo, con una splendida serata in quella Piazza “Grande” che spesso è entrata nelle sue canzoni, rimangono indelebili quei pochi segni grafici che con estrema immediatezza lo hanno rappresentato: un cappellino e un occhiale tondo.

E in quei frangenti abbiamo sentito ancora vive e piene di verità le parole che scrisse per ricordare un altro grande cantante: “Ma si è la vita che finisce, ma lui non ci pensò poi tanto, anzi si sentiva felice, e ricominciò il suo canto”.

La nostra Civitanova lo ricorda con un programma che parte dal pomeriggio di sabato 13 Luglio dove al Teatro Annibal Caro alle ore 18.00, Marco Alemanno presenterà in anteprima nazionale “Il Futuro di Lucio”, il nuovo lavoro teatrale ispirato ai testi pieni di poesia dello stesso Dalla che negli ultimi anni della sua vita gli è stato compagno e mentore. A termine della sua performance Civitanova Danza farà un’incursione con il suo direttore artistico Gilberto Santini che salirà sul palco per intrecciare con lui una breve intervista.

A seguire alle 19.00 al Chiostro Sant’Agostino il teologo Vito Mancuso, un caro amico di Lucio, terrà una lectio dal titolo “Il Futuro di Dio”.

Si chiude con il grande concerto in Piazza XX Settembre alle 21.30 degli STADIO, il gruppo storico che ha accompagnato Dalla, seppur con gli inevitabili alti e bassi, sin quasi dagli esordi.

Dovremmo dire a Futura Festival “In bocca al lupo” per l’avvio di questa avventura, ma parafrasando una famosa canzone del nostro, ci concediamo “Attenti al lupo!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *