RITI ESOTERICI NEL CIMITERO DI FANO: INDAGA LA POLIZIA

Macabra scoperta al cimitero comunale di Fano. Ieri la custode, mentre faceva lavori di manutenzione del giardinetto dell’ossario comune, si è accorta della presenza di un panno nero, interrato, ben ripiegato, al cui interno c’erano delle candele dello stesso colore, parzialmente utilizzate, e dei residui di materiale plastico bruciati. Sul panno, scritti con un gessetto, un cerchio bianco e altri simboli. La donna ha chiamato la polizia, che è intervenuta con la Scientifica la Squadra Mobile, che sta conducendo le indagini. Della vicenda è stato interessato lo stesso questore di Pesaro e Urbino Italo D’Angelo, secondo il quale il fatto potrebbe ricondursi a un rito esoterico. Ma non si esclude neppure la possibilità di un gesto goliardico di cattivo gusto. Per questo, il questore ha chiesto una consulenza a don Aldo Bonaiuto della comunità ‘Papa Giovanni XXIII’ di don Oreste Benzi, esperto della materia e consulente del Dipartimento della pubblica sicurezza. Don Aldo Bonaiuto è autore di numerosi testi sull’argomento e di recente è stato pubblicato e presentato a Roma, Urbino e Pesaro il suo libro ‘La trappola delle sette’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *