REGIONE, DUE CAPI DI GABINETTO AL COSTO COMPLESSIVO DI 200 MILA EURO ALL’ANNO

È la storia di una incoerenza in cui la destra è incappata appena ha messo le mani sulle leve del potere. Se dall’opposizione tuonavano, i Fratelli d’Italia, contro ogni incarico dato dalla regione, a prescindere dalla competenza e dalla necessità dello stesso, appena hanno messo il sederino sopra le poltrone si sono scatenati nella gara delle nomine clientelari. È così che Fabio Pistarelli, un passato in An e oggi in Fratelii d’Italia, avvocato maceratese ed ex consigliere regionale, braccio destro di Acquaroli durante la campagna elettorale, e’ stato nominato portavoce del presidente della regione e con uno stipendio lordo annuo di 123.000 euro che moltiplicato per cinque anni fanno 600.000 euro. Ma non c’è solo la sua nomina tra i provvedimenti urgenti varati dal governo Acquaroli, che in mezzo a questa emergenza sanitaria il direttore dell’area vasta di Civitanova non l’ha ancora nominato ma il tempo per dedicarsi alla distribuzione di altri incarichi lo ha trovato. Con un decreto del consiglio regionale, anche Luca Marconi è stato chiamato a ricoprire l’incarico di Capo di gabinetto del presidente del consiglio regionale. Ex assessore regionale con il centro sinistra guidato dal presidente Spacca, poi ex consigliere regionale con il centro sinistra guidato Ceriscioli e adesso torna in regione con il centro destra. Marconi si porterà a casa 67.000 euro l’anno, quasi 350.000 euro in cinque anni. Da fustigatori degli sprechi e cantori dell’austerity a distributori di incarichi e poltrone per sodali della politica è stato un attimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *