RECANATESE – CIVITANOVESE : 2-2. PER I ROSSOBLU QUARTO DELUDENTE PAREGGIO

RECANATESE (4-1-4-1): Liotti, Tomassetti, Mordini, Falco, Cianni, Fabrizi, Giaccaglia, Lauria, Fioretti, Villanova, Angelini. A disp.: Pesce, Dominici, Guzzini, Papavero, D’Angelo, Senigagliesi, Pasquini, Perpepaj, Miani. All.: Matteo Possanzini.
CIVITANOVESE: (3-4-3): Vassallo; Bernardini, Progna, Sabatucci; Rubino, Lignani, Wade, Tortelli (GIOVANNINI); Herlein, Barbosa (Loconte)), Negro. A disposizione: Schiavoni, Mosca, Sindaco, Rapagnani, Cesca, Maresca. All. Bruno Caneo.
Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino.
Reti: 29’ pt Herlein , 33’ pt Falco, 24’ st Negro, 81’ st Angelilli.

Recanati – La Civitanovese non riesce a sbloccarsi per cui la striscia dei pareggi continua in modo allarmante e così è stato al Tubaldi contro una generosissima Recanatese che ha ottenuto quel punto al quale giustamente aspirava. Si può dire che ancora una volta i rossoblu hanno lasciato inopinatamente sul campo altri due punti dal momento che per ben due volte è passata in vantaggio, ma non è riuscita a tenere saldamente in pugno quel successo al quale aveva fatto chiaramente intendere ci teneva molto per dare le giuste risposte alla tifoseria, anche a Recanati generosamente vicina alla squadra, e alla classifica nella quale la zona dei play off, obiettivo stagionale, si allontana. Mancava è vero il centrale difensivo dal momento che Enow e Gregora erano assenti, ma non è giusto addebitare le due reti subite ai giocatori schierati in difesa, dal momento, che la chiusura degli argini deve avvenire sicuramente più avanti al dispositivo difensivo. Generosa la prova dei rossoblu che hanno sfiorato il vantaggio nelle battute finali e la rete sfumata ad Herlein sarebbe stata sicuramente il giusto riconoscimento di una partita di grosso impegno agonistico.
Vantaggio della squadra di Caneo al 29’ del primo tempo sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Herlein bravo a trovare lo spazio giusto (è la sua seconda rete in campionato) e ugualmente su calcio d’angolo il pareggio dei padroni di casa al 33’ per merito di Falco. Nella ripresa Caneo ha cercato ovviamente di vincere la gara ed è ricorso a Giovannini: le cose si erano messe bene dal momento che al 24’ Negro sfoderava una delle sue consuete prodezza balistiche per battere l’incolpevole Liotti: è la sua quarta rete in campionato. Era da attendersi il tutto per tutto dei leopardiani e a una decina di minuti dal termine il pareggio ad opera di Angelilli. Proprio nelle battute finali vantaggio sfumato ai rossoblu con Herlein .
Civitanovese subito al lavoro sin da domani mattina, lunedì, per preparare la partita di Jesi di mercoledì prossimo di Coppa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *