QUESTIONE ANAC CIVITAPARK, LA IEZZI REPLICA A MARZETTI DEFINENDO GROTTESCA LA SUA RICHIESTA

“La versione grillina di Marzetti, che chiede al sindaco di rendere pubblici i documenti dell’Anac in merito ai rilievi sulla vicenda della Civita Park, ha del grottesco. Il consigliere del partito di Alfano parla infatti da tribuno, dettando comportamenti e regole come se sbarcasse dalla Luna. Peccato che nel suo intervento non dedichi una sola riga a spiegare, sempre per amor di trasparenza, che i principali rilievi dell’Autorità di anticorruzione riguardano proprio le convenzioni e le delibere firmate da Marzetti da cui è originata tutta la vicenda della Civitapark e di Mattucci, motivo per cui anche lui ha ricevuto un avviso di garanzia per abuso d’ufficio. Siamo al paradosso con Marzetti che denuncia Corvatta per non aver fatto l’appalto per 3 milioni per il palazzetto si dimentica che lui che stava sia nella giunta Mobili che nella giunta Marinelli è stato insieme agli altri, l’artefice della convenzione per 16milioni di lavori di tutta la variante Civitapark senza appalto pubblico. Dunque, non è davvero nelle condizioni di dare lezioni. Tanto meno al sindaco, l’unico che ha pubblicato sulla sua pagina facebook gli atti dell’indagine che lo riguardano. Cosa che non risulta abbia fatto alcun esponente di destra. Faccia una cosa Marzetti. Dal momento che le contestazioni più rilevanti, per gli importi interessati, sono concentrate su tanta parte dell’operato delle giunte Marinelli e Mobili di cui l’ex assessore ha sempre fatto parte, dia un esempio di trasparenza e spieghi ai cittadini il perché delle scelte che vennero fatte. Non chieda a Corvatta di fare il suo avvocato difensore.”
Nota stampa del consigliere comunale PD Lidia Iezzi

Dal Resto del Carlino del 29 maggio 2016:
image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *