QUANDO 200 CLIK TI CONSACRANO CANDIDATO GOVERNATORE DELLE MARCHE. LE REGIONARIE DEI 5 STELLE

Con il Movimento 5 Stelle bastano appena 200 voti per diventare candidato governatore nelle Marche. E’ il verdetto decretato da quel ‘bagno di popolo’ delle Regionarie on line, e che si riconferma un appuntamento per pochi intimi. Nelle Marche il primo arrivato è Giovanni Maggi, 68 anni, di Ancona. Ha raccolto ben 200 voti su 1485 espressi on line da attivisti con la password. Il secondo arrivato è il civitanovese Fabio Bottiglieri, 178 preferenze, un professionista della candidatura, che le ha provate un po’ tutte collezionando fin qui sonore bocciature, ma che ha fiutato l’ennesima possibilità offerta dalla politica a 5 Stelle per agguantare poltrone. Perché, a conti fatti, con preferenze che in un Comune di 40 mila abitanti non sarebbero a momenti sufficienti per garantire un posto in consiglio comunale, un grillino diventa candidato presidente di una regione. Sono numeri che parlano di flop, soprattutto se calati su un movimento che invece si picca di dare a tutti grandi lezioni di democrazia e di partecipazione e dove, ogni volta, quando non il direttorio Casaleggio-Grillo, è una sparuta elite a decidere chi accede al potere

1 Response

  1. pincopallino ha detto:

    State ancora perdendo tempo a parlare di questi argomenti. Sono convinti di trovarsi in un movimento democratico.Beati loro vorrei anche io credere in qualcuno o qualcosa , ma se guardo a dx o sx vedo poca cosa, se guardo loro poi vedo una Setta mal gestita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *