PROTESTA DEI PESCATORI A ROMA. MOMENTI DI TENSIONE

Non è andato giù ai pescatori in trasferta a Roma il comportamento del
sottosegretario alla pesca Battistoni che a loro dire li ha snobbati, non ricevendoli come inveve ha fatto con i rappresentanti delle associazioni storiche dei pescatori.
La protesta ha perciò vissuto momenti di tensione e c’è scappata pure qualche manganellata.
Per il sottosegretario Battistoni l’esito del tavolo organizzato con le associazioni di categoria e con le organizzazioni sindacali “è andato molto bene e – ha detto – ho potuto rappresentare gli sforzi del Ministero a sostegno della pesca e dei redditi dei pescatori: credito di imposta per l’acquisto dei carburanti, compensazione dei costi aggiuntivi attraverso il Fondo europeo per gli affari marittimi e pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto che eroga 20 milioni alla pesca”.
Misure queste che però in molti ritengono non incisive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *