PROSEGUE CON SUCCESSO A CIVITANOVA LA MOSTRA DI CLAUDIO COLOTTI

Oltre 200 fotolibri venduti e più di 3000 visitatori in appena sette giorni. Sono i risultati straordinari della mostra fotografica “MAI+ Il sisma nel centro Italia tra volti e macerie” promossa dal Comune di Civitanova Marche allestita all’interno della palazzina liberty del Lido Cluana.

Il percorso fotografico proposto dal giornalista e fotoreporter Claudio Colotti, e curata dall’Associazione Culturale MARCHEBESTWAY grazie al sostegno dell’aziende IPR S.p.A. racconta il terremoto attraverso i volti e le storie di coloro ai quali il sisma ha sbriciolato case e relazioni sociali. Testimonianze dirette di chi nel giro di un istante ha dovuto dire addio al territorio nel quale è nato e cresciuto.

La mostra a Civitanova conta 50 stampe di grande formato. E rappresenta un compendio ragionato rispetto alla più vasta produzione inserita all’interno del volume fotografico.

Il fotolibro, realizzato da tavole fotografiche sciolte tenute ferme da due elastici, è stato pensato concettualmente in modo tale da poter essere distrutto e ricostruito dal fruitore. Ciascuna delle 90 fotografie è corredata da una didascalia che riporta direttamente la testimonianza della persona ritratta.

Un lavoro di documentazione che il giornalista marchigiano Claudio Colotti ha intrapreso subito dopo la primissima scossa, e che nell’arco di due mesi e mezzo lo ha condotto in un viaggio emozionale tra Marche, Umbria e Abruzzo fino alla tragedia di Rigopiano.

Ma è bene ricordare che “MAI +Il sisma nel centro Italia tra volti e macerie” è prima di tutto un’operazione culturale e solidaristica. I ricavati del fotolibro saranno infatti donati ai Comuni di Pieve Torina, Visso e Ussita.

La mostra al Lido Cluana resterà aperta fino al 7 di maggio, nei giorni infrasettimanali dalle 17,00 alle 19,00 nei weekend dalle 10,00 alle 21,00.

img_2890

img_2891

img_2892

img_2893

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *