PORTO RECANATI: SPARI NELLA NOTTE PER UNA LITE, IMMEDIATO L’INTERVENTO DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI CIVITANOVA

carabinieriLa segnalazione è giunta subito al 112 dei Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche verso le 2 e 30 della notte. Confusamente si parlava di spari a Porto Recanati, sul lungomare di Scossicci, fra un gruppo di ragazzi e ragazze, verosimilmente dopo una serata trascorsa in un locale. Immediatamente sono scattati gli interventi delle gazzelle del radiomobile di Civitanova e Stazione di Porto Recanati. L’arrivo immediato delle pattuglie ha consentito di ricostruire subito la vicenda e apprendere istantaneamente le prime testimonianze che avviavano le ricerche di una Volkswagen allontanatasi a tutta velocità. Il piano per le ricerche è scattato a livello interprovinciale, la centrale operativa di Civitanova ha allertato quelle di Macerata e Ancona, estendendole anche delle altre forze di polizia. Proprio la collaborazione del radiomobile dei Carabinieri di Macerata ha consentito di bloccare il mezzo con a bordo il presunto autore. In caserma a Porto Recanati,  per tutta la notte, si sono avvicendate le audizioni mentre sui luoghi sono state svolte le verifiche tecniche da parte degli addetti al sopralluogo del nucleo operativo dell’Arma civitanovese. Sono stati raccolti elementi e repertati bossoli da cui è emerso che le esplosioni udite erano state generate verosimilmente da una scacciacani in quanto si trattava di munizionamento a salve, pertanto inoffensivo. Nell’episodio, scaturito forse per qualche parola di troppo, non sono stati registrati feriti e molte persone hanno chiamato al numero 112 (unico di emergenza europeo) perché destati dai rumori e per chiedere cosa stesse accadendo, anche per la presenza di molte pattuglie in emergenza. Sono in corso accertamenti ed indagini da parte dei carabinieri di Porto Recanati e Civitanova, sotto la guida della Procura maceratese. Le ipotesi di reato potranno essere di violenza privata, esplosioni pericolose e porto abusivo armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *