POPSOPHIA PRESENTA IL SUO PUBBLICO COMPOSTO IN PREVALENZA DA DONNE

pubblico_popsophiaDati importanti e soddisfacenti quelli emersi dai questionari dell’IIRIS, Istituto Italiano Informazione Statistica, su Popsophia. L’indagine sul pubblico accorso ai quattro weekend del festival infatti, ha sancito l’alto indice di gradimento e di riuscita dell’intera manifestazione. Un pubblico che ha accresciuto in itinere la propria partecipazione, fortemente motivato a seguire gli appuntamenti e disposto a spostarsi da altre Regioni d’Italia pur di partecipare al Primo Festival del Contemporaneo.

L’IIRIS ha svolto l’indagine su di un campione di 816 persone scelte tra il pubblico nei luoghi del festival, appartenenti a quattro fasce d’età:16-29, 30-44, 45-64 e over 65.

In prevalenza donne

Il pubblico di Popsophia è rosa: in maggioranza donne. Per caratteristiche il campione intervistato risulta essere colto; un intervistato su due ha conseguito una laurea o una specializzazione, ama la lettura e si tiene quotidianamente informato attraverso la carta stampata o internet, ama il cinema anche se lo predilige in tv e sceglie il piccolo schermo, sia per tenersi informato (tg, talk show, documentari), che per motivi di svago (film, telefilm, sitcom, fiction). Non a caso la maggioranza degli intervistati dichiarano di essere venuti a conoscenza del Festival attraverso pubblicità a mezzo stampa. Segue il classico passaparola e internet. Dal punto di vista lavorativo è un campione che per il 62% è impiegato stabilmente prevalentemente nel ramo impiegatizio, dell’istruzione o del libero professionismo. Uno degli aspetti più interessanti riguarda il crescendo della partecipazione del pubblico: dal 12% del primo weekend si passa al 30% dei due finali.

8mila spettatori da fuori Regione

Ma il dato entusiasmante riguarda la provenienza e la motivazione del pubblico accorso. Se il 56% proviene da Macerata e Provincia, il 33% giunge dal resto della Regione e il 10%, cioè 8mila spettaori, da altre Regioni (Lombardia, Veneto, Lazio, Abruzzo, Emilia Romagna). L’88% dei provenienti dalle Marche e il 39% dei proveniente da altre Regioni (circa 3mila persone) è a Civitanova espressamente per Popsophia. Molti turisti in vacanza in altre località delle Marche sono venuti a Civianova per il Festival.

Il 93% chiede un Festival ogni anno

Alta appare la percentuale di coloro intenzionati a non perdere nemmeno un appuntamento (39%) registrando un maggior interesse per i temi delle rassegne Filosofia e Futuro e una forte attesa per personaggi come Margherita Hack (25,6%).

I fattori di maggior attrattiva sono quelli legati alla varietà, l’interesse e l’originalità dell’iniziativa, tanto da spingere il pubblico, ben il 93%, a desiderare che il festival abbia cadenza annuale e che anzi possa proporre una sua versione invernale magari con appuntamenti itineranti nel maceratese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *