PIERLUCA, SULLA CIVITA PARK UNA COMMISSIONE DI INCHIESTA

a3Da Maria Grazia Pierluca di Sel riceviamo e pubblichiamo:
“La vicenda degli oneri di costruzione ma nel complesso la situazione di sostanziale stallo del nuovo centro commerciale Civita Park è l’ennesima vicenda di un grave fallimento della Giunta Mobili.Il territorio di fatto usato per fare cassa ma che alla prova dei fatti così non è stato.Chi ha pagato? Quanto hanno pagato? Relativamente agli oneri di costruzioni siamo secondo i calcoli che PRIMA dovevano essere fatti con accuratezza dai tecnici comunali e non DOPO aver autorizzato il permesso a costruire come avvenuto certificano che in rapporto uso del territorio ambiente partecipazione e “cassa” siamo in ROSSO rispetto ai problemi socio ambientali che ne sono derivati. Relativamente alle opere pubbliche che la società immobiliare dovevano per convenzione sottoscritta e garantita occorrerebbe rivolgersi alla trasmissione televisiva CHI l’HA VISTO. La nuova FIERA secondo convenzione doveva essere realizzata e CEDUTA al Comune entro il 29 Marzo 2012.Di questa struttura non esiste niente nemmeno le fondamenta.Il sottopassaggio ferroviario e la nuova strafa di collegamento con la Provinciale se tutto va bene li vedremo fra qualche mese. Nonostante questi ritardi il Sindaco Mobili dopo ripetuti annunci sulla nuova Fiera che non esiste se non sulla carta ne fa un elemento di propaganda elettorale invadendo le case di questa ulteriore promessa.C’è una drammatica conferma di un fallimento politico:la nuova FIERA è sulla CARTA. In questa vicenda c’è però un elemento che preoccupa.Se il 29 Marzo 2012 era il termine entro il quale i costruttori avrebbero dovuto consegnare la NUOVA FIERA e non lo hanno fatto PERCHE’ il SINDACO non ha messo per INCASSO le Polizze delle Fidejussioni bancarie rilasciate a garanzia di quanto sottoscritto fra comune e lottizzanti nella Convenzione? Perché il Sindaco a fine mandato in piena campagna elettorale invece di riscuotere le polizze ha prorogato di un anno il termine di consegna dei lavori pattuiti? Diverso sostanzialmente sarebbe stato che un simile passo o altre scelte lo avesse fatto consultandosi non solo con la società immobiliare ma anche con gli altri partiti i capi gruppo consigliari.Perchè un Sindaco a fine mandato ha fatto quello che di fatto è un atto straordinario? Le motivazioni del fatto che le opere sono al palo sembrano risiedere su sopraggiunte difficoltà economiche della società realizzatrice del complesso commerciale.Si può comprendere momenti di difficoltà,comprensibili le preoccupazioni dei lavoratori occupati ma vi sono regole di comportamento , di trasparenza e rapporti istituzionali che vanno rispettati.Non vi è chiarezza, trasparenza se non c’è partecipazione. Questa operazione Civita Park ha avuto e ha momenti di opacità come la concessione rilasciata senza determinare con esattezza i costi di costruzione, come i ritardi e non ultimo il ricorso al Tar della stessa su questioni legate agli oneri di costruzione per cui OCCORREVA UN TASSO DI TRASPARENZA E DI CONFRONTO CHE NON SIA SOLO QUELLO DI PALAZZO. Su queste vicende occorre porre la parla FINE. Per questo motivo e l’invito ormai lo faccio al nuovo Centro Sinistra occorre che venga ISTITUITA una COMMISSIONE di INCHIESTA composta da personalità INDIPENDENTI che verifichi tutta questa vicenda e le modalità di PAGAMENTO, gli IMPORTI degli Oneri di Costruzione che chi ha realizzato grandi complessi edilizi ha pagato al Comune. Voglio ricordare che queste somme sono quelle che fra l’altro vengono destinate ai servizi che il comune eroga ai cittadini.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *